Un nuovo strumento a disposizione delle Forze dell'Ordine

Arrivano due droni in dotazione alla Polizia Locale per scovare gli incivili dei rifiuti e dei roghi

Donati dall'onorevole Giuseppe D'Ambrosio, sono stati consegnati ieri. L'appello alla Sindaca: «Metta in uso questi Droni e magari nomini anche un Assessore all'Ambiente per poter conferire ed aiutare gli andriesi»

Attualità
Andria sabato 16 ottobre 2021
di La Redazione
Arrivano due droni alla Polizia Locale per scovare gli incivili dei rifiuti
Arrivano due droni alla Polizia Locale per scovare gli incivili dei rifiuti © AndriaLive

Due droni in dotazione alla Polizia Locale grazie alla donazione dell'onorevole Giuseppe D'Ambrosio: si è tenuto ieri l'incontro tra le parti in questione alla presenza dell'Assessore Colasuonno e del Comandante Zingaro:

«I roghi e gli abbandoni dei rifiuti - ha dichiarato D'Ambrosio -, spesso collegati, nelle periferie e nelle campagne della nostra città, sono un problema enorme sul quale tanti si sono spesi a parole ma pochissimi nei fatti.

Ed allora, dovendo restituire come sempre volontariamente una parte del mio stipendio, in una chiacchierata con l'Assessore Colasuonno, che ringrazio per la solita disponibilità, ho deciso di acquistare e donare al Comune di Andria, due droni capaci di poter scovare, filmare e fotografare gli autori di questi gesti ignobili che minano il nostro ambiente e la salute dei cittadini, la salute dei nostri figli! Devono essere puniti senza pietà!

Solo un appunto però! Mi rivolgo al Sindaco Bruno per ribadire che ritengo inaccettabile che dopo un anno di sua amministrazione, Andria non abbia ancora un Assessore all'Ambiente visti gli enormi problemi che la città manifesta. Gli equilibri tra partiti della sua coalizione insieme ad alcuni consiglieri comunali che fanno finta di essere all'opposizione, con tanti alla ricerca di nomine e di incarichi, non possono essere una giustificazione per una mancanza del genere verso i cittadini andriesi.

Del resto, Sindaco Bruno, cominciano ad essere un po' troppe le parole (chiacchiere direbbe un andriese!) e troppo pochi i fatti! Io, anche questa volta, il mio l'ho fatto, ed ora metta in uso questi Droni e magari nomini anche un Assessore all'Ambiente per poter conferire ed aiutare gli andriesi».

«Posso solo ringraziare l'onorevole - ha commentato l'Ass. Colasuonno - per questa attenzione verso la sua città: sono dei mezzi in ausilio utili alla città in un momento in cui tanti si lamentavano dei vari fuochi d'artificio e altro. Speriamo di poter essere più incisivi ora con questi mezzi e contrastare attività che danno molto fastidio alla città».

«Noi non possiamo essere dovunque - ha chiosato il Comandante Zingaro -, i cittadini sono ovunque, quindi dove non arriviamo noi devono essere loro a segnalare: con l'aiuto di questi droni cercheremo di fare quanto meglio possibile per il problema dei roghi e altro. Con questa strumentazione speriamo di riuscire a sopperire anche alla mancanza di personale con la tecnologia»

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni Alicino ha scritto il 17 ottobre 2021 alle 19:32 :

    Sarei curioso di sapere quanta autonomia hanno e il raggio d'azione. Si considera che il più delle volte quando si inizia a vedere il fumo nero, i malfattori sono già lontanissimi. Rispondi a Giovanni Alicino

  • FRANCESCO GRECO ha scritto il 17 ottobre 2021 alle 11:55 :

    Quante chiacchiere a cosa servono? Date un'occhiata ai contenitori delle batterie scariche e fatevi una risposta. Non è così qui a Conegliano. Saluti! Rispondi a FRANCESCO GRECO

  • Alessandro DellEndice ha scritto il 16 ottobre 2021 alle 21:14 :

    Come si fa a combattere l'abbandono dei rifiuti, i piromani, l'illegalità ecc. ecc. con due droni giocattolo che hanno una autonomia max di volo di circa mezz'ora? Rispondi a Alessandro DellEndice

  • Tania di muro ha scritto il 16 ottobre 2021 alle 19:51 :

    Droni anche in città,,,nn solo nelle periferie.ormai ci siamo,fate viaggiare i droni anche in citta',i lordi vivono li'. Se imbrattano le periferie,figuriamoci la citta'........FATELOOOOOO Rispondi a Tania di muro

  • Antonio Anelli ha scritto il 16 ottobre 2021 alle 11:48 :

    Non posso che condividere. P.S.: pensare che ne avevo parlato sulle pagine di questo giornale più di due anni addietro qui: https://www.andrialive.it/news/attualita/797776/controllare-il-territorio-dallalto-con-i-droni Rispondi a Antonio Anelli

  • Sabino Roberto ha scritto il 16 ottobre 2021 alle 09:24 :

    Mi collego all'osservazione del Comandante Zingaro "Noi non possiamo essere dovunque i cittadini sono ovunque, quindi dove non arriviamo noi devono essere loro a segnalare". Il problema è che nel momento dell'infrazione ecologica, stradale, civile e o altro, l'immediata segnalazione, per beccare il trasgressore con le mani nel sacco, non è seguita dal tempestivo intervento delle FF.OO. a causa delle distanze, traffico, chiamate di vitale importanza. Abbiamo in dotazione una vettura con mezzi tecnologici per rilevare infrazioni, ora anche i droni, perchè non invitare i cittadini a documentare le infrazione con foto e filmati e farli valere legalmente ai fini delle sanzioni tutelando gli stessi nella forma dell'anonimato come avviene anche in altri contesti? E non diteci la "privacy ": Rispondi a Sabino Roberto