La metodologia privilegiata dal rally matematico è quella del cooperative learning; essa consente di fare matematica in modo costruttivo, sviluppando un dibattito scientifico tra ragazzi

Rally Matematico Transalpino, alla scuola “R. Cotugno” il secondo posto alle finali regionali

Attiva è stata la partecipazione dei genitori che, con entusiasmo e interesse, hanno accompagnato i loro figli in questo lungo e impegnativo percorso

Attualità
Andria lunedì 30 maggio 2016
di la Redazione
Studenti e i docenti della classe 4^C del  3° circolo didattico “ Riccardo Cotugno”.
Studenti e i docenti della classe 4^C del 3° circolo didattico “ Riccardo Cotugno”. © n.c.

Importante affermazione per la scuola "R. Cotugno" di Andria.

Come già anticipato, venerdì 27 maggio 2016 presso l’IPSIA “Archimede” di Barletta si è disputata la finale regionale della competizione internazionale del  24° “Rally Matematico Transalpino”, una gara matematica alla quale hanno partecipato tutte le classi finaliste della regione Puglia iscrittesi  alla competizione. Andria era presente alla finale con gli studenti e i docenti della classe 4^C del  3° circolo didattico “ Riccardo Cotugno”.

Nel pomeriggio gli allievi, accompagnati da insegnanti e genitori, hanno raggiunto l’istituto, sede regionale del Rally Matematico, e hanno atteso il suono della campana che ha dato il via alla competizione. Gli alunni della 4^ C, lavorando in gruppo, hanno dovuto risolvere sei situazioni problemiche non standardizzate. In cinquanta minuti essi, non solo hanno risolto i problemi, ma hanno descritto, attraverso spiegazioni o rappresentazioni grafiche, il loro processo di risoluzione. La metodologia privilegiata dal rally matematico è quella del cooperative learning; essa consente  di fare  matematica in modo costruttivo, sviluppando un dibattito scientifico tra ragazzi, che non solo permette loro  di “pensare” e “fare” per crescere, ma sviluppa anche quelle competenze sociali e civiche che sono alla base di ogni sapere. Tali obiettivi sono perfettamente in linea non solo con quanto stabiliscono le Indicazioni Nazionali per il curricolo che, a proposito della matematica, sottolineano  l’importanza di formare studenti capaci di pensare in modo critico, ma anche con le Competenze Chiave Europee per un apprendimento permanente.

Al terzo circolo “R. Cotugno” durante tutto l’anno scolastico, i docenti delle classi terze, quarte e quinte hanno lavorato per preparare gli studenti alle gare che si sono svolte a febbraio e a marzo, ottenendo ottimi risultati; inoltre, proprio perché la scuola crede in questo tipo di percorsi innovativi nella buona pratica scolastica, specie nelle discipline matematico-scientifiche, ha organizzato un progetto pomeridiano di potenziamento alla matematica a classi aperte, al quale hanno partecipato gli studenti delle quarte.

Attiva  è stata la partecipazione dei genitori  che, con entusiasmo e interesse, hanno accompagnato i loro figli  in questo lungo e impegnativo percorso, festeggiando tutti insieme venerdì con allievi,  docenti e con la dirigente del circolo didattico, dott.ssa Addolorata Guarino.
La dirigente, al termine della manifestazione, ha espresso «viva soddisfazione per il traguardo raggiunto», facendo un plauso ai bambini della classe 4^C, alla docente di matematica, Isabella Tondolo,  agli altri  docenti del team, alle famiglie sempre attente ad ogni iniziativa didattica della scuola e, soprattutto, alla docente referente del Rally Matematico Transalpino, Luana De Nicolo, che con instancabile impegno ed entusiasmo è riuscita a coinvolgere e guidare i colleghi in questa impegnativa quanto entusiasmante kermesse matematica.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette