Gli alunni delle quarte e delle quinte inizieranno a conoscere e a praticare il mini tennis e il Badminton

Al via il progetto nazionale “Racchette di Classe” al 3° circolo “Riccardo Cotugno”

Attraverso il gioco sport i ragazzi acquisiscono competenze civiche e sociali che permetteranno loro di rispettare le regole nelle competizioni sportive, di rispettare i principi del fair play e dell’onestà

Attualità
Andria sabato 25 febbraio 2017
di La Redazione
Badminton
Badminton © n.c.

Al via il progetto nazionale “Racchette di Classe” al 3° circolo “Riccardo Cotugno”.

La scuola, “adottata” per lo svolgimento del progetto, cerca di sensibilizzare i bambini al rispetto delle regole, al valore del gioco di squadra e della cooperazione, soprattutto attraverso la pratica di attività ludico-ricreative sotto forma di gioco sport.

Gli alunni delle quarte e delle quinte inizieranno a conoscere e a praticare il mini tennis e il Badminton, sport tipicamente anglossassone. Conosceranno regole e dinamiche di gioco sfidandosi in partite divertenti con il supporto di tecnici federali.

«Attraverso proposte didattiche nuove, insolite e divertenti, si offre la possibilità ai bambini di conoscere discipline sportive diverse rispetto alle più note e praticate; inoltre attraverso il gioco sport i ragazzi acquisiscono competenze civiche e sociali che permetteranno loro di rispettare le regole nelle competizioni sportive, di rispettare i principi del fair play e dell’onestà; imparano a gestire l’aggressività e la frustrazione, ad accettare la sconfitta con equilibrio e a vivere la vittoria esprimendo rispetto nei confronti dei perdenti,  manifestando senso di responsabilità», commenta la dirigente, Dora Guarino.

Si punterà anche alla conoscenza dello stretto rapporto tra alimentazione ed esercizio fisico in relazione a sani stili di vita.

«Col mini tennis e col badminton - prosegue la dirigente - oltre a mirare allo sviluppo delle funzioni motorie, affettive, cognitive, relazionali ed emotive, i bambini incrementeranno la capacità decisionale, dal momento che entrambi gli sport sono di situazione poiché stimolano la ricerca di soluzioni rapide per risolvere i problemi che il gioco propone».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette