Sabato scorso si è disputato il campionato regionale

Piccoli campioni crescono, le squadre della "Verdi" e della "Cotugno" alle nazionali di scacchi

Sarà compito ora degli alunni andriesi rappresentare la Puglia ai campionati nazionali

Attualità
Andria lunedì 10 aprile 2017
di La Redazione
Piccoli campioni crescono, la squadra della
Piccoli campioni crescono, la squadra della "Verdi" al campionato nazionale di scacchi © n.c.

Un'attività che stimola la mente, migliora la concentrazione, fa sviluppare una sana competitività e contemporaneamente l'etica dell'accettazione della sconfitta: stiamo parlando degli scacchi, in cui hanno dimostrato di eccellere i piccoli della scuola primaria "G. Verdi" di Andria e le piccole della scuola primaria "Cotugno", classificatisi rispettivamente al primo (maschi) e al terzo (femmine) posto del campionato regionale, svoltosi sabato presso la scuola andriese. I piccoli scacchisti che hanno preso parte a questa edizione sono stati oltre cento, divisi in undici squadre maschili-miste e undici squadre femminili.

Grande soddisfazione delle Dirigenti scolastiche, Grazia Suriano e Dora Guarino, e dei Maestri di scacchi, Michele Santeramo e Michele Claudio Maria De Palma, che hanno allenato le squadre.

La disciplina degli scacchi, che per concentrazione e attivazione fisica può essere considerata un vero e proprio sport, contribuisce allo sviluppo delle facoltà logico-razionali, intuitive e di fantasia. I giocatori, infatti, sono chiamati a misurarsi con le proprie capacità e i propri limiti, non tanto sul piano fisico, quanto più su quello intellettivo, nell’ambito del rigore scientifico, del metodo e del calcolo.

Recentemente, in una direttiva, il Parlamento Europeo ha posto l’accento sul valore socio psico educativo di questo gioco/sport. Riprendendo diversi studi e ricerche nel campo, infatti, l’Unione Europea ha invitato gli stati membri ad introdurre il gioco degli scacchi nei sistemi di istruzione e nei piani formativi a partire dal 2012.

Nella direttiva si legge che: “[…] Il gioco degli scacchi è accessibile ai ragazzi di ogni gruppo sociale, può contribuire alla coesione sociale e a conseguire obiettivi strategici quali l’integrazione sociale, la lotta contro la discriminazione, la riduzione del tasso di criminalità e persino la lotta contro diverse dipendenze. […] Indipendentemente dall’età dei ragazzi, il gioco degli scacchi può migliorarne la concentrazione, la pazienza e la perseveranza e può svilupparne il senso di creatività, l’intuito e la memoria oltre alle capacità analitiche e decisionali; considerando che gli scacchi insegnano inoltre determinazione, motivazione e spirito sportivo”.

Dopo aver riempito il cuore di forti emozioni che hanno caratterizzato l’intensa giornata e, soprattutto, il momento della proclamazione delle squadre vincitrici con la consegna del premio, ora i ragazzi sono pronti a preparare le valige perché un’altra nuova avventura ed altre forti emozioni li aspettano.

Sarà compito ora degli alunni andriesi rappresentare la Puglia ai campionati nazionali, che si terranno dal 4 al 7 Maggio a Montesilvano: a questi piccoli campioncini e campioncine, va un grande "In bocca al lupo" dalla redazione.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette