La nota

Medicina trasfusionale: le precisazioni di Peres

Il direttore del Dipartimento trasfusionale, risponde alle dichiarazioni del consigliere Nino Marmo in merito alla sospensione del servizio di guardia per la medicina trasfusionale di Andria

Attualità
Andria venerdì 07 settembre 2018
di La Redazione
medicina trasfusionale
medicina trasfusionale © n.c.

«Presso l'ospedale Bonomo di Andria, nel servizio di Medicina trasfusionale sono in servizio 6 medici di cui al momento 2 in malattia e 1 in ferie. Per questo è stato necessario sospendere il servizio di guardia medica attiva e spostarlo su Barletta dove sono in servizio 7 medici che coprono tre strutture (Barletta, Trani e Bisceglie)»: così Eugenio Peres, Direttore del Dipartimento trasfusionale, risponde alle dichiarazioni del consigliere Nino Marmo in merito alla sospensione del servizio di guardia per la medicina trasfusionale di Andria.

«Da lunedì 10, al rientro dal periodo di ferie di un medico, sarà riattivato il servizio di reperibilità - precisa Eugenio Peres - così come previsto da delibera della Regione Puglia che per le strutture semplici a valenza dipartimentale ha definito l'obbligatorietà delle reperibilità e non delle guardie.

Va precisato inoltre - aggiunge Peres - che la lavorazione delle sacche di sangue viene effettuata ad Andria e non risponde al vero la dichiarazione secondo cui la lavorazione è stata spostata all'ospedale di Barletta».

Lascia il tuo commento
commenti