La nota

ACU ammessa parte civile nel processo sullo scontro fra treni di “Ferrovie Bari Nord”

Solo un'associazione a tutela dei diritti dei consumatori-utenti

Attualità
Andria sabato 15 settembre 2018
di La Redazione
Disastro ferroviario, l'udienza preliminare del processo
Disastro ferroviario, l'udienza preliminare del processo © CoratoLive.it

Rigettate le eccezioni sollevate dai difensori degli imputati, l’ACU (Ass. Consumatori Utenti), rappresentata in giudizio dal prof. avv. Giuseppe Losappio, è stata l'unica associazione di consumatori ammessa quale parte civile nel procedimento penale sul disastro ferroviario della Ferrotramviaria che il 12 luglio 2016 causò 23 morti e 51 feriti.

«Tali enti sono titolari di diritti soggettivi e come tali risarcibili” ha motivato il GUP di Trani dr Angela Schiralli, ammettendo anche le richieste di costituzione della Regione Puglia, dei Comuni di Andria, Corato e Ruvo e dell’ANMIL (Ass. Nazionale Lavoratori Mutilati e Invalidi Lavoro).

È un importante riconoscimento del ruolo e della rappresentatività di una associazione di consumatori che da decenni opera permanentemente sul nostro territorio - commenta l’avv. Giovanni Santovito di ACU - con la costituzione di parte civile daremo il massimo supporto per la tutela dei diritti dei parenti delle tante parti lese in questo drammatico disastro.

ACU ha, pertanto, provveduto al deposito in data odierna dell'istanza al G.U.P. per l'emissione del decreto di citazione dei responsabili civili Ferrotramviaria Spa e Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti.

Dalla prossima udienza dell’11 ottobre, come richiesto unanimemente dagli avvocati, il processo sarà celebrato nell’aula bunker del supercarcere di Trani, ritenuta più adeguata per l’alto numero di difensori, parenti delle vittime costituiti parte civile e pubblico.

Non sono state ammesse le altre richieste di costituzione di parte civile presentate dalle associazioni: Codici Onlus (Centro per i diritti del cittadino), Asso Consum, Codacons, Associazione Nazionale Utenti Bancari e Finanziari (UBF), Associazione Nazionale Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale, Associazione Nazionale Protezione Animali Natura ed Ambiente (ANPANA), Lega per l’abolizione della Caccia (LAC).

Lascia il tuo commento
commenti