L'incontro

Giornata mondiale della salute mentale: oggi, l'incontro

"A 40 anni dalla Legge Basaglia, la nuova frontiera è la diagnosi precoce" - Questa sera nell'auditorium dell'oratorio Don Bosco a partire dalle ore 19.30

Attualità
Andria mercoledì 10 ottobre 2018
di La Redazione
Disagio mentale
Disagio mentale © n.c.

Tutto pronto questa sera per la celebrazione della giornata mondiale della salute mentale. Alle ore 19,30 nell'Oratorio Salesiano di c.so Cavour si terrà l'incontro sulla diagnosi precoce delle patologie psichiatriche "L'intervento precoce in una città che cura".

A 40 anni dalla Legge Basaglia, la nuova frontiera è la diagnosi precoce. Il Dipartimento di Salute mentale della Asl Bt con "L'isola che c'è", il servizio dedicato ai giovani all'esordio psicotico o ad alto rischio, ha organizzato questo incontro pubblico a cui seguirà il corso di formazione "La nuova sfida: l'intervento precoce" nella giornata di domani, alle ore 9, presso l'hotel L'Ottagono - incontro organizzato dal responsabile scientifico, la dott.ssa Flora Brudaglio.

L'incontro di questa sera, intanto, aperto ai cittadini, è realizzato in collaborazione con il Comune di Andria, la Diocesi di Andria, la Provincia Bat, l'Ufficio per la Pastorale Giovanile e e l’associazione culturale Myrabbasc. Ci sarà la testimonianza del presidente dell'associazione "Anto...Paninabella", Domenico Diacono che racconterà la sua esperienza di vita e presenterà le attività promosse per favorire l’intervento precoce per i giovani all’esordio del disagio psichico. Nel corso della serata sarà anche presentato un fumetto realizzato dagli ospiti della R.E.M.S. dii Spinazzola: il fumetto sarà distribuito anche nelle scuole per superare il muro del pregiudizio e imparare a chiedere aiuto. Spazio anche ad una video intervista/approfondimento sull'excursus storico che, dalla chiusura dei manicomi arriva ai giorni nostri. L'evento si pone come obiettivo la realizzazione di un tavolo permanente integrato che si occupi dei giovani con disagio psichico.

L'evento è promosso dal servizio "L'Isola che c'è" è attivo dal 2014 che conta, ad oggi, 80 accessi; mentre 50 sono state le persone prese in carico di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Il servizio è attivo presso Consultorio Diocesano di Andria in Via Bottego 9, in un contesto lontano dai Centri di Salute Mentale per facilitare gli accessi ai giovani. L'equipe è formata da Flora Brudaglio (referente), Luciana Bonadies, Antonietta Di Noia, Domenico Savino, Nunzio Tota.



Lascia il tuo commento
commenti