Gli sviluppi

Xylella e gelate, il ministro Centinaio rinvia la visita in Puglia

I gilet arancioni: «Abbiamo concordato col Ministro di rinviare il suo arrivo in Puglia di qualche giorno, per consentirgli di chiudere definitivamente il gran lavoro di queste ore con l’approvazione dei decreti governativi»

Attualità
Andria venerdì 22 febbraio 2019
di La Redazione
I gilet arancioni manifestano a Roma
I gilet arancioni manifestano a Roma © n.c.

«C’è bisogno di portare risultati importanti agli olivicoltori pugliesi colpiti da gelate e xylella, per questo motivo abbiamo concordato col Ministro Centinaio di rinviare il suo arrivo in Puglia di qualche giorno, per consentirgli di chiudere definitivamente il gran lavoro di queste ore con l’approvazione dei decreti governativi, per i quali è stato già avviato l’iter, che daranno risposte alle nostre istanze e conterranno risorse vere e immediate».

Così il portavoce dei gilet arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli, sul rinvio della visita del Ministro Centinaio in Puglia, inizialmente prevista per il 26 febbraio prossimo.

«Il Ministro ha fatto sua la nostra piattaforma proponendo anche, grazie al lavoro di squadra con la Sottosegretaria Pesce, possibili interventi per operai agricoli, imprese e frantoi da concordare nel tavolo con il Ministro Di Maio - ha continuato Spagnoletti Zeuli -. I vertici di Ismea ed Agea, da noi incontrati in questi giorni e contemporaneamente sollecitati dal Mipaaft, hanno garantito interventi immediati che aiuteranno le aziende agricole, le cooperative ed i frantoi in questo momento di difficoltà.

Il lavoro di squadra sta dando i suoi frutti, per questo riteniamo giusto pazientare qualche ora in più per festeggiare col Ministro in Puglia tutti i risultati e la ritrovata centralità dell’agricoltura e dell’olivicoltura nell’agenda politica italiana», ha concluso Spagnoletti Zeuli.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Leonebiancazzurro ha scritto il 22 febbraio 2019 alle 22:09 :

    Quanta pazienza bisogna avere. Ministro faccia con molta calma la stessa calma che hanno i nostri onorevoli. Grazie per la considerazione che avete per i nostri agricoltori. Rispondi a Leonebiancazzurro