La video intervista realizzata dagli alunni del liceo classico C. Troya nell'ambito del progetto di alternanza scuola/lavoro

Il centro Mamre festeggia i suoi primi 25 anni di attività

Solidarietà, vicinanza, assistenza e supporto: queste le parole chiave del centro interparrocchiale, da anni a supporto di chi chiede aiuto. Ogni anno sono oltre 240 le famiglie assistite

Attualità
Andria martedì 07 maggio 2019
di La Redazione
Convegno Mamre
Convegno Mamre © AndriaLive

Alla presenza di don Giuseppe Capuzzolo, coordinatore zona pastorale; don Mimmo Francavilla, direttore Caritas diocesana; Domenico Sinisi, direttore centro Mamre e don Vincenzo Giannelli, parroco del S.S. Sacramento si è tenuta oggi la conferenza di presentazione di un bilancio delle attività poste in essere dal centro interparrocchiale per supportare chi chiede aiuto.

La conferenza è stata preceduta da una celebrazione eucaristica in ricordo di don Salvatore Simone, parroco che ha contribuito ben 25 anni fa alla realizzazione del centro Mamre.

Cambiano i bisogni: negli anni le povertà sono cambiate ed è cambiato il modo di intervenire da parte della comunità cristiana. Prevalentemente 25 anni fa si accoglievano i migranti, ad Andria non c'erano altre realtà se non la fondazione Migrantes guidata da don Riccardo zingaro. In quegli anni il numero dei migranti iniziò a diventare importante e quindi anche le comunità parrocchiali, interpellate da questo fenomeno, si sono rimboccate le maniche e hanno dato vita anche al centro Mamre.

Oggi le povertà sono multidimensionali e il centro Mamre, in modo particolare, accoglie famiglie italiane: più di 240 ogni anno vengono assistite dal centro interparrocchiale.

La povertà, oggi, non è legata solo ai beni materiali ma sono emersi altri problemi: oggi parliamo, ad esempio, di povertà energetica fino poi ad arrivare a quelle povertà morali ed esistenziali; le dipendenze patologiche che molto spesso lasciano le persone sole.

Il centro Mamre cerca di dare una risposta a tutte queste forme di povertà.

Lascia il tuo commento
commenti