Le iniziative

Sfilata di abiti interreligiosi e teatro sperimentale all’I.C. "Verdi-Cafaro"

La dirigente Suriano: «Il teatro si conferma uno strumento efficace per valorizzare differenti talenti, di sano utilizzo del tempo libero e una formidabile strategia per lo sviluppo delle competenze»

Attualità
Andria mercoledì 12 giugno 2019
di la redazione
Sfilata di abiti interreligiosi e teatro sperimentale all’I.C. Verdi-Cafaro
Sfilata di abiti interreligiosi e teatro sperimentale all’I.C. Verdi-Cafaro © n.c.

Sfilata di abiti interreligiosi tra suoni e colori”. Strano titolo? No, di certo. E’ il risultato di un attività formativa svolta nell’ora di religione su “la simbolica del vestito nelle religioni”, articolata nei seguenti ambiti: abbigliamento e moda nella Bibbia; le diverse sfumature che assume il vestito nell’antico e nuovo testamento; l’abbigliamento tipico delle persone che professano le religioni presenti in Asia: Induismo, Buddismo e Islamismo.

Questo percorso ha visto, innanzitutto, impegnate, con interesse ed entusiasmo, tutte le classi della secondaria di I° grado dell’Istituto Comprensivo "Verdi-Cafaro" in gruppi di lavoro, nelle diverse fasi, e che ha permesso loro non solo di acquisire ricchezza culturale, ma di scoprire il senso dell’uso di abiti rituali o di qualche elemento distintivo, presenti in ogni fede, imparando a guardare gli altri e, attraverso il vestito, la loro identità.

La sfilata è stata realizzata con il coinvolgimento attivo dei genitori per la realizzaione dei vestiti e delle acconciature.

L’altra iniziativa realizzata è il teatro sperimentale con lo spettacolo “Il paese dove non si muore mai” andato in scena il 6 giugno e in replica il 7 giugno, tratto da un racconto di Italo Calvino e con la regia della prof.ssa Valeria di Terlizzi.

I ragazzi delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado della Cafaro hanno regalato a genitori e compagni emozioni e magia con un esempio di volontà e determinazione.

Il teatro si conferma uno strumento efficace per valorizzare differenti talenti, di sano utilizzo del tempo libero - spiega con soddisfazione il dirigente scolastico Grazia Suriano - ed una formidabile strategia per lo sviluppo delle competenze emotive e relazionali.

Lascia il tuo commento
commenti