I dettagli

"Valzer" dei presidi ad Andria, Filannino va al Liceo "Troya" e la Ruggiero al "Nuzzi"

New entry per l'Itis "Jannuzzi" che sarà guidato da Giuseppe Monopoli, già conosciuto ad Andria come docente storico della "Cafaro", dopo il pensionamento di Fortunata Terrone

Attualità
Andria martedì 16 luglio 2019
di Lucia M.M. Olivieri
Scuole Andria
Scuole Andria © n.c.

Anche quest'anno, dopo mesi di insistenti voci di corridoio, il Provveditorato ha reso pubblici gli esiti dei trasferimenti dei Dirigenti scolastici.

Per Andria cambiamenti "illustri": i due Licei storici della città, il "Carlo Troya" e il "Nuzzi", avranno nuovi presidi. Michelangelo Filannino, infatti, si trasferisce dallo Scientifico al Classico, e al suo posto arriva Nicoletta Ruggiero, che lascia la dirigenza del 1° circolo didattico "Oberdan".

New entry per l'Itis "Jannuzzi" che sarà guidato da Giuseppe Monopoli, già conosciuto ad Andria come docente storico della "Cafaro", dopo il pensionamento di Fortunata Terrone.

Ancora, rimarrà scoperta la dirigenza del CPIA con sede presso la "Salvemini" dopo il trasferimento di Carmine Gissi a San Ferdinando.

Confermati invece gli altri Dirigenti in scadenza di contratto, e cioè Maria Teresa Natale alla "Vittorio Emanuele III-Dante Alighieri", Francesca Attimonelli alla "Vaccina" (dopo l'esperienza della contemporanea reggenza, durante l'anno scolastico appena terminato, del Liceo "Troya"), Dora Guarino al 3° circolo "Cotugno" e Vito Amatulli all'Ites/Les "Carafa".

Rimane dunque "scoperta" solo l'Oberdan, per la quale si attende presumibilmente un Dirigente neoassunto dopo lo sblocco del concorso del Consiglio di Stato, che ha ribaltato la sentenza di annullamento del Tar.

A tutti i Dirigenti, l'augurio di un proficuo lavoro al servizio della comunità da parte della redazione.

Lascia il tuo commento
commenti