Il resoconto

Al "Colasanto" una fucina di idee progettuali per arricchire l'offerta formativa

Al convegno di presentazione del Ptof, intervenuti il Vescovo e più di 20 associazioni: obiettivo è stato accogliere proposte per poter dare nuova linfa insieme al tessuto sociale andriese

Attualità
Andria lunedì 21 ottobre 2019
di La Redazione
Al
Al "Colasanto" una fucina di idee progettuali per arricchire l'offerta formativa © ColasantoPress

Un’occasione di confronto che ha visto in dialogo proficuo tra scuola, istituzioni e associazioni: si è tenuto venerdì 18 ottobre il convegno “L’istituto Colasanto incontra il territorio”, presso l’auditorium della scuola superiore di via Paganini, che ha avuto come obiettivo la presentazione dell’offerta formativa del Colasanto e il dibattito sulle possibilità di stabilire una rete efficace con i diversi attori della realtà sociale andriese.

«In questi ultimi anni – ha spiegato il Dirigente, Cosimo Antonino Strazzeri – la nostra scuola è stata sempre in contatto con le istituzioni e le associazioni del territorio, come testimoniano le numerose iniziative promosse nell’ambito dell’educazione alla legalità, della difesa dell’ambiente, della lotta contro la violenza di genere, della diffusione della cultura e dell’arte, che hanno avuto anche una notevole risonanza all’esterno. Quest’anno, in occasione dell’elaborazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa per il Triennio 2019/2022, abbiamo deciso di istituzionalizzare questo rapporto col territorio, organizzando un incontro che ci permettesse veramente di entrare in contatto con tutte le realtà istituzionali e associative della nostra città, per chiedere il loro contributo attivo, in termini di proposta e collaborazione. Siamo pienamente soddisfatti della risposta delle oltre 20 associazioni intervenute, che ci hanno offerto numerosi spunti e progetti da attuare per arricchire la nostra scuola e la comunità intera».

Al fianco della scuola, anche mons. Luigi Mansi, Vescovo della Diocesi di Andria, che ha accolto con grande favore l’invito del Preside in un momento di grande vulnerabilità per la città, scossa da eventi di cronaca che hanno mostrato la necessità di ricucire il tessuto sociale: «C’è bisogno di fare rete – ha sottolineato mons. Mansi -, c’è bisogno di creare sinergie e collaborazioni, c’è bisogno di ascoltarsi. Il nostro comune intento è quello di educare i giovani a guardare con occhi attenti la realtà in cui vivono e a rendersi conto della città in cui vivono con i suoi problemi, cercando di migliorarla e di renderla più vivibile e rispettosa delle persone: per questo l’iniziativa odierna è degna di grande encomio e attenzione».

Nei prossimi giorni le idee progettuali scaturite dall’incontro saranno presentate alla comunità scolastica: si prospetta un anno ricco di appuntamenti e sfide per l’istituto Colasanto, sempre in prima linea per un’offerta formativa di grande rilievo.

Lascia il tuo commento
commenti