L'aggiornamento

​Le strutture di corso Cavour e piazza Imbriani sono salve

Il Tar sospende il regolamento sui dehors

Attualità
Andria lunedì 18 novembre 2019
di La Redazione
Dehors corso Cavour
Dehors corso Cavour © AndriaLive

Le strutture di corso Cavour e piazza Imbriani sono salve. Il Tar in queste ore sospende il regolamento sui dehors adottato dalla gestione commissariale.

Nella ordinanza del Tar Regione Puglia pubblicata stamane, tra le motivazioni, si legge quanto segue:

«Considerato che appare irragionevole la scelta dell’Amministrazione comunale intimata di limitare, per effetto del regolamento impugnato, la possibilità di installare in ambito 3 unicamente i c.d. “dehors semplici”, escludendo la possibilità di copertura, in assenza di una specifica e compiuta istruttoria relativa alle caratteristiche precipue delle singole zone interessate dalle nuove previsioni regolamentari finalizzata all’accertamento della sussistenza in concreto delle esigenze di tutela connesse all’effettiva presenza, nelle aree in questione, di fabbricati di valore storico-architettonico o comunque di beni e spazi culturali suscettibili di tutela ai sensi dell’art. 10, co. 4, lett. g) del D.Lgs. n. 42/2004;

Rilevato, altresì, che l’Amministrazione statale intimata ha dichiarato in giudizio che il regolamento intimato è atto autonomo del Comune privo di qualsiasi forma di condivisione con la Soprintendenza (nota prot. n. - OMISSIS- del 28.10.2019); Ravvisati, pertanto, i presupposti per la concessione della richiesta tutela cautelare;

Ravvisata, altresì, l’esigenza di fissare sin d’ora l’udienza pubblica del 18.11.2020 per la trattazione del merito; Valutata in ogni caso la sussistenza di giusti motivi per compensare le spese della presente fase».



Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maurizio marinacci ha scritto il 18 novembre 2019 alle 22:15 :

    Infatti avevamo gia chiesto di adeguarci ai colori e tanto altro, e poi non e' bello mettere per strada 10 famiglie pensa se per caso da un giorno all ' altro rimani senza lavoro come ti sentiresti? Cmq passa dal ristorante ma'ma' corso cavour te le spiego meglio di persona mi riesce meglio Rispondi a Maurizio marinacci

    Francesco Campione ha scritto il 19 novembre 2019 alle 10:00 :

    Dovresti invitare chi ti ha sconsideratamente consigliato di andare avanti comunque a fare ciò che più ti aggradava. L'attività puoi tranquillamente svolgerla all'interno del locale, il dehor è un di più che dovrebbe essere al massimo il 20% della superficie interna. Certo avresti meno ricavi e quindi meno UTILI. Per gli operatori certo dispiace perchè è un minor sviluppo della propria attività aziendale: ma il problema è chi vi ha in maniera fraudolenta consigliato. Politici millantatori, sciatti e menefrechisti del loro Ruolo Istituzionale. Rispondi a Francesco Campione

  • Francesco Campione ha scritto il 18 novembre 2019 alle 21:01 :

    L'ennesima pagliacciata all'italiana. Il Tar disfa quello che l'Autorità preposta decide. Teniamoci l'arlecchinata su Corso Cavour, dove, coperti da politici compiacenti e conniventi, ognuno ha fatto ciò che voleva, nei colori che voleva, nelle dimensioni che più gli erano convenienti, senza alcuna armonia e rispetto del contesto. E il Tar che dice? Che manca una istruttoria sulla valenza storico-architettonica dei fabbricati di Corso Cavour!!! Ma il piano regolatore che classifica quei fabbricati A2 non vale niente? Motivazione da barzelletta! Teniamoci la mascherata, aspettando che in primavera vinca un politico amico e lasci tutto così com'è!!!!!!! Rispondi a Francesco Campione

    Maurizio marinacci ha scritto il 18 novembre 2019 alle 22:10 :

    Caro francesco campione vieni domani mattina dal ristorante mama di corso cavour e te le spiego io le motivazioni Rispondi a Maurizio marinacci

  • Niccolò Andria ha scritto il 18 novembre 2019 alle 17:47 :

    ...Allora fatemi capire,quindi il T.A.R. sospende il regolamento,ora con quale regolamento saranno autorizzati gli altri esercenti?,questi su Corso Cavour che credo da un paio d'anni ed fino all'udienza di merito e cioè 18.11.2020 potranno restare li senza autorizzazione,l'occupazione di suolo pubblico e la tassa sui rifiuti la pagheranno? Dimenticavo una strada chiusa per rischio cedimento ridicolo... Rispondi a Niccolò Andria

    vincenzo inchingolo ha scritto il 19 novembre 2019 alle 06:52 :

    Aspettiamo solo che il piano stradale inizi a cedere in qualche punto, poi si ricorrerà all'emergenza e tutto verrà transennato, bloccato e vietato per anni. Si andrà avanti sempre così finchè non si verifica l'evento tragico, vedi Via Carmine, Largo Grotte, Via Pisani ecc.ecc. "Facciamo finta che tutto vabbè !!! " Rispondi a vincenzo inchingolo

    Maurizio marinacci ha scritto il 18 novembre 2019 alle 22:21 :

    Caro niccolo' io pago quasi 4000 euro di immondizia l' anno e i servizi pari a 0 e' li che deve intervenire il comune ci sono tantissimi motivi piu importanti da risolvere non sono certo mettere per strada 10 famiglie e portare al degrado questa citta grazie a noi riusciamo a tener vivo un po' questa citta altrimenti alle 10 sembrerebbe un deserto cmq vieni al ma' ma' te lo spiego meglio Rispondi a Maurizio marinacci

    Niccolò andria ha scritto il 19 novembre 2019 alle 19:15 :

    . .lei non deve spiegare niente a nessuno faccia il suo lavoro.in merito alla mia domanda se pagano o meno la tosap e la Tarsu mi chiedevo da cittadino se non hanno autorizzazioni le pagano ugualmente.per quanto riguarda le dieci famiglie Non usi la necessità di chi ha bisogno di lavorare per una convenienza solo sua questo è di uno squallore unico .auguri di buona vita ma con un po di umiltà Rispondi a Niccolò andria