L'iniziativa

Rete 5G e salute, un incontro promosso dalle associazioni "Fare Quadrato" e "Urban Center Andria"

L'evento si terrà il 6 dicembre, alle ore 18:00, nella sala convegni "Genius Loci" in Via Cavallotti, 29

Attualità
Andria mercoledì 04 dicembre 2019
di la redazione
La locandina
La locandina © n.c.

Si terrà venerdì 6 dicembre alle ore 18:00, nella sala convegni "Genius Loci" in Via Cavallotti, 29, l'incontro “5G radio frequenze e salute delle persone”.

Ad introdurre il convegno, organizzato e promosso dalle Associazioni “Fare Quadrato” e “Urban Center di Andria”, sarà l’ing. Pasquale Bruno.

Diversi studi internazionali sul 5G hanno evidenziato possibili rischi per la salute umana a causa dell’esposizione elettromagnetica. Anche il Comitato Scientifico Europeo ha affermato che “la mancanza di prove chiare per informare lo sviluppo delle linee guida sull'esposizione alla tecnologia 5G lascia aperta la possibilità di conseguenze biologiche non intenzionali”.

Le perplessità suscitate dalla comunità scientifica delle possibili conseguenze negative sulla salute pubblica, consigliano massima attenzione e assoluta cautela nel valutare l’opportunità di tali installazioni.

A trattare una materia tanto delicata saranno il Prof. Ing. Nicola Pasquino, professore di misure per la compatibilità magnetica dell’Università di Napoli “Federico II”, l’Ing. Marcello Allegretti, ingegnere biomedico, ricercatore scientifico indipendente e la Dott.ssa Samantha Cornacchia, fisico medico ed esperto qualificato in radioprotezione.

Il particolare il Prof. Pasquino terrà la relazione “L’esposizione ai campi elettromagnetici: il fenomeno, la posizione della scienza sugli effetti sull’uomo e l’illustrazione di casi reali”; l’Ing. Allegretti interverrà sul tema “Gli effetti biologici dei campi elettromagnetici; la dott.ssa Cornacchia tratterà l’argomento “Basi fisiche e posizione degli organismi internazionali sulle ultime ricerche”. Modererà l’incontro il Consigliere regionale Nino Marmo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • sabino cannone ha scritto il 04 dicembre 2019 alle 11:07 :

    Attesa la pericolosità del 5G(frequenze di 5 miliardi di Hertz al secondo, il ferro fonde a 900 Mega hertz), alcuni ricercatori dicono che agisca a livello di DNA, dove risiede il codice della vita, perchè non invitate anche un medico specialista in medicina nucleare?! Rispondi a sabino cannone