La replica

Coronavirus, Albano e Germoglio alla Sangalli: «Chieste misure, ma ad oggi nulla è stato fatto»

I rappresentanti sindacali USB: «Consci di fare parte dell'ultima linea di difesa della città e di essere una certezza per i cittadini, nonostante tutto, siamo ancora per strada a combattere»

Attualità
Andria giovedì 26 marzo 2020
di la redazione
Sabino Albano, rsu USB Sangalli
Sabino Albano, rsu USB Sangalli © n.c.

Dopo la notizia di un possibile contagiato da coronavirus all’interno dell’azienda Sangalli e dopo la nota della società stessa a intervenire sono i rappresentati sindacali USB che chiedono chiarimenti all’azienda: «in riferimento al rapido riscontro della ditta Sangalli a mezzo social e stampa, resta invariata tutta la nostra perplessità circa la mancanza di altrettanto rapide risposte concrete.

Già dal 14 marzo avevamo richiesto più attenzione ed una pronta distribuzione di DPI, proprio per evitare contagi tra lavoratori. Dopo aver appreso, ma non per via ufficiale, che nel nostro cantiere vi era stato un caso di contagio, come organizzazione sindacale abbiamo chiesto di adottare ulteriori misure, ma ad oggi poco è stato fatto.

Siamo anche venuti a conoscenza di lavoratori messi in quarantena preventiva, opportunamente, ed abbiamo avuto verbali assicurazioni circa la distribuzione di mascherine, di igienizzazione su tutti mezzi di raccolta e negli spogliatoi. Servirebbero anche chiare indicazioni per evitare di lavorare a stretto contatto tra lavoratori.

Resta non ancora chiarita la questione della raccolta dei rifiuti dalle case di quei sfortunati cittadini positivi al virus. Ma per tutte queste problematiche l'azienda si è confrontata con la ASL? A noi non risulta, ma laddove fosse avvenuto, si possono conoscere i risultati?

Siamo però anche consci di fare parte, insieme a qualche altra categoria di lavoratori, dell'ultima linea di difesa della città e di essere una certezza per i cittadini che, chiusi nelle loro case, ci osservano dalle loro finestre. Per questo, anche se con un po' di comprensibile paura, nonostante tutto, siamo ancora per strada a combattere».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • maurizio paradiso ha scritto il 01 aprile 2020 alle 12:24 :

    un plauso a tutti voi!! noi a casa e voi a lavorare..... pro e contro di tutto ciò. NON ESISTE CHE NONOSTANTE TUTTO CIÒ CHE FATE X NOI(Non solo in questo periodo)dobbiate lavorare senza le basilari precauzioni , mascherine guanti sanificazione spogliatoi ecc ecc x sopperire a tutto ciò basterebbe acquistare 2 paia di guanti e mascherina a dipendente e sterilizzarli tramite lavanderie addette. La santificazione penso la faccia la multiservice. Costi in più lo so ma qualcuno un pizzicotto in questa guerra deve darselo. Un caro saluto a Sabino Albano con tutta la mia stima. Rispondi a maurizio paradiso

Le più commentate
Le più lette