Inizierà a lavorare il 30 marzo all'ospedale allestito in Fiera

Giuseppe Lagrasta risponde all'appello infermieri al Nord: «Io ci sono»

​«Ho sentito l'esigenza di dare una mano ai miei colleghi, per questo ho deciso di mettere a disposizione la mia professionalità e partire»

Attualità
Andria giovedì 26 marzo 2020
di La Redazione
Giuseppe Lagrasta
Giuseppe Lagrasta © n.c.

«Ho sentito l'esigenza di dare una mano ai miei colleghi, per questo ho deciso di mettere a disposizione la mia professionalità e partire».

Giuseppe Lagrasta di mestiere fa l'infermiere e il 30 marzo inizierà a lavorare a Milano, nei padiglioni della Fiera di Milano, trasformati velocemente in ospedale per supportare l'emergenza Covid-19.

Il giovane infermiere coratino, diplomato all’Itis di Andria, che oggi lavora nella sua città, ha risposto all'offerta di una cooperativa alla quale aveva mandato il curriculum molto tempo fa e che gli ha proposto un contratto. «È anche un modo per fare esperienza - spiega - in una situazione come questa».

Laureatosi nel 2018 all'università di Foggia (sezione distaccata di Barletta), ha fatto questa scelta nonostante i rischi che comporta. Sono migliaia tra medici e personale sanitario ad essersi infettati in corsia. «Il rischio fa parte del mio lavoro - spiega - l'ho messo in conto quando ho deciso di laurearmi in scienze infermieristiche. È da sciocchi non aver paura, ma bisogna fare qualcosa».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Dino ha scritto il 27 marzo 2020 alle 15:41 :

    Giuseppe sono Dino dall 'itis..... Un gesto meraviglioso Rispondi a Dino

  • Francesco Lorusso ha scritto il 26 marzo 2020 alle 12:55 :

    Ricordati fratello, anche se il tuo e un gesto nobile, sarai sempre criticato e umiliato specialmente da chi governa questa Puglia. Perché mo che tornerai nn credere di avere gli applausi ma saranno tt li a puntarti il dito , sei un covid 19 e quindi devi restare al nord. Rispondi a Francesco Lorusso

    CARBUTTI VINCENZO ha scritto il 26 marzo 2020 alle 19:52 :

    Francesco perdonami, ma non sono d'accordo con te. E' pur vero che SOLO CHI FA, PUO' ESSERE OGGETTO DI CRITICA, ma in questo caso penso proprio che passi tutto in secondo piano. Complimenti Giuseppe, buon lavoro e soprattutto un GROSSO IN BOCCA AL LUPO. Rispondi a CARBUTTI VINCENZO

  • Lucio nichilo ha scritto il 26 marzo 2020 alle 12:53 :

    Bravissimo. Si ha bisogno di persone come te e questi curriculum dovrebbero fare punteggio nei concorsi Rispondi a Lucio nichilo

  • Lopetuso michele ha scritto il 26 marzo 2020 alle 12:12 :

    Bravo , siamo orgogliosi di avere tanti andriesi che sono rimasti al nord come infermieri e Oss negli ospedali e nelle case di riposo . Questo è dare l'esempio che nn tutti sono fuggiti dal nord ma stanno quelli che salgono al nord per dare una mano in questo periodo, bravi ragazzi Siamo orgogliosi di voi . Rispondi a Lopetuso michele

Le più commentate
Le più lette