La novità

Firmata l'ordinanza per la riapertura del mercato settimanale

Il provvedimento riguarda soltanto il settore alimentare. Previste misure stringenti per evitare il contagio da Coronavirus

Attualità
Andria domenica 03 maggio 2020
di Michele Lorusso
Mercato settimanale
Mercato settimanale © AndriaLive

Come già preannunciato, per domani si terrà il mercato del lunedì.

Stamattina è stata firmata l’ordinanza dal Commissario straordinario con la quale, appunto, si oridina la riapertura del mercato settimanale limitatamente ai soli posteggi degli operatori commerciali del settore alimentare e per i produttori di prodotti agricoli.

Il tutto dovrà svolgersi in corrispondenza della porzione di area mercatale appositamente perimetrata e situata nel viale opposto rispetto a quello ove sono abitualmente allocati gli stand regolarmente assegnati agli operatori, in quanto la porzione di area mercatale interessata, idonea dal punto di vista igienico-sanitario e delle condizioni di viabilità, garantisce l’opportuno distanziamento tra i posteggi e tra gli operatori ed avventori, così evitando qualsiasi forma di assembramento, al fine di consentire l’integrale recepimento delle prescrizioni di cui ai sopracitati DPCM del 10 aprile 2020 e DPCM 26 aprile 2020.

Oltre a ciò, sono previste altre disposizionio da rispettare:

  • l’area mercatale dovrà avere un solo varco di accesso e un solo varco di uscita, individuati in Via Berna e Via W. Chiari, in modo da garantire un’unica direzione del flusso delle persone;
  • dovrà essere rilevata all’ingresso dell’area mercatale da personale appositamente incaricato e dotato di appositi termoscanner, la temperatura corporea degli avventori, inibendone l’accesso nel caso di superamento del valore soglia.

I commercianti dovranno:

  • essere muniti di idonee mascherine e guanti;
  • mettere a disposizione gel disinfettante per le mani per gli avventori;
  • dopo aver maneggiato il denaro, disinfettarsi le mani, oppure prima di maneggiare il denaro indossare un secondo guanto;
  • garantire la presenza per ogni banco di non più di un cliente per volta;
  • creare di fronte ad ogni banco un corridoio unidirezionale che dovrà essere occupato da non più di un cliente per volta;
  • vigilare affinché non si creino assembramenti davanti al banco di vendita;
  • assicurare che gli avventori rispettino la distanza di sicurezza di almeno 1 mt, utilizzando appositi sistemi di distanziamento o avvalendosi di personale all’uopo incaricato, e che per tale finalità andranno esposte appositi cartelli informativi;
  • individuare apposito personale ai varchi di ingresso e uscita dell’area, per garantire il contingentamento delle presenze e verificare che gli avventori siano dotati di apposita mascherina.
  • individuare apposito personale ai varchi di ingresso e uscita dell’area, per garantire il contingentamento delle presenze e verificare che gli avventori siano dotati di apposita mascherina.

Qualora venisse riscontrata una difforme gestione dell’area di mercato che determina assembramenti o il mancato rispetto della distanza interpersonale, si procederà a disporre la chiusura del mercato stesso fino a cessata emergenza.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angelo ha scritto il 19 maggio 2020 alle 19:23 :

    Si prendono posizioni senza un minimo di buon senso. Il mercato si può riaprire! Il fatto di prendere i soldi in mano si risolve mettendo la persona dedicata alla riscossione. Il problema è che gli ambulanti non hannomai fatto l'ingaggio di tutti i dipendenti, li tenevano in nero. Oggi hanno paura di controlli e questi non vogliono riaprire. Per le dovute precauzioni fa fede ilbuon senso di tutti. Dall'utente all'addetto al rispetto delle norme. Come al solito ci sono gli imbecilli. Domenica sera, in villa per delle pastine fritte si sono verificate le ammucchiate. Nulla ha fatto l'esercente, come nulla hanno fatto gli organi di polizia. Mi raccontavano che Due settimane fa una pattuglia ha multato una coppia, marito e moglie perché viaggiavano entrambi sui sedili anteriore. Rispondi a Angelo

  • Cetty ha scritto il 07 maggio 2020 alle 14:35 :

    Oltre a gli alimenti abbiamo bisogno di altre cose es.calze ciabatte intimo e tante altre cose. Aprite i mercati ma sempre con le dovute sicurezze a Palermo fortunatamente non abbiamo avuto niente dobbiamo ricominciare basta smettetela con queste cazzate Rispondi a Cetty

  • Andriese72 ha scritto il 03 maggio 2020 alle 17:31 :

    Regole assurde se paragonate a ciò che avviene in supermercati, panifici, fruttivendolo ecc. Ma soprattutto assurde rispetto agli assembramenti visti nei giorni scorsi Rispondi a Andriese72

  • sabino cannone ha scritto il 03 maggio 2020 alle 17:30 :

    Con questa ordinanza, le istituzioni hanno firmato la fine definitiva del settore dei mercatari ambulanti. Suggerisco loro di cessare la partita IVA e iscriversi al CPI e richiedere successivamente il" Reddito di Cittadinanza", inoltre, suggerisco visto che le loro associazioni locali, regionali e nazionali hanno dei legali di proporre , se ci sono i presupposti,una "class action" a tutti i livelli, ci sarà qualche magistrato, in qualche procura, che prima o poi si sveglierà dal torpore. Rispondi a sabino cannone

  • Giovanni Alicino ha scritto il 03 maggio 2020 alle 15:08 :

    Mi sembra che non sarà facile mantenere tutte le precauzioni descritte. Riguardo poi il maneggiamento dei soldi embè ho i miei dubbi salvo se non mettano una persona adibita ad incassare. Rispondi a Giovanni Alicino

  • Luigi ha scritto il 03 maggio 2020 alle 14:55 :

    Speriamo che rispettiamo tutte le normative e andiamo avanti. Buu Rispondi a Luigi

  • Sebastiano Siracusa ha scritto il 03 maggio 2020 alle 14:44 :

    Mi chiedevo perché tutte queste restrizioni non valgono per i supermercati o meglio non siamo rispettati o fatti rispettare da nessuno. Rispondi a Sebastiano Siracusa

  • Venditore Ambulante ha scritto il 03 maggio 2020 alle 14:32 :

    Quante storie .... tutti questi parametri.!!.. al cimitero entrano ed escono senza alcun controllo o distanziamento o termometro e tutto va bene senza limiti. Nn vi sembra strano... lasciateli lavorare in santa pace ... nn fate 2 pesi ... 2 misure Rispondi a Venditore Ambulante

    Angelo ha scritto il 20 maggio 2020 alle 16:13 :

    Penso che tu vedi quelli che entrano nel cimitero. Mica vedi quelli che escono! Che fai porti I conti di quelli che entrano ed escono? Rispondi a Angelo

    Domenico ha scritto il 04 maggio 2020 alle 17:15 :

    Sono anch’io un ambulante settore merci varie ti chiedo di riflettere se dovesse riprendere il contagio dove andremo a finire? Rispondi a Domenico

  • Antonella Passione ha scritto il 03 maggio 2020 alle 13:25 :

    E altri settori anche in altre città a quando? Rispondi a Antonella Passione

  • Francesco ha scritto il 03 maggio 2020 alle 13:03 :

    Tengo a precisare che non ho alcun interesse in merito, però l'ordinanza recita che l'esercente dopo aver maneggiato il denaro, deve disinfettarsi le mani, oppure prima di maneggiare il denaro indossare un secondo guanto. Direi che sono perfettamente d'accordo, ma in tutto questo periodo di quarantena non ho visto nessun esercente compiere un gesto del genere, tranne nei supermercati dove la cassa ha l'addetto preposto. Sarebbe giusto allargare tali adempimenti a tutto il settore alimentare,non solo agli ambulanti. Rispondi a Francesco