La nota dell'Avv. Laura Maria Pia Tota

Banca Popolare di Bari, al via il processo nei confronti degli Jacobini

Con la costituzione di parte civile, per gli azionisti è possibile richiedere la condanna degli imputati al risarcimento di tutti i danni subiti, sia patrimoniali che non patrimoniali

Attualità
Andria lunedì 29 giugno 2020
di la redazione
Aula di tribunale
Aula di tribunale © AndriaLive

Il Giudice del Tribunale Penale di Bari ha disposto procedersi al giudizio immediato nei confronti di Marco e Gianluca Jacobini, imputati, a vario titolo, dei reati di false comunicazioni sociali, falso in bilancio, falso in prospetto. Gli imputati sono accusati, in particolare, di:

  • aver esposto, nel bilancio della Banca Popolare di Bari, informazioni e fatti materiali non rispondenti al vero, in modo idoneo ad indurre in errore soci e pubblico, alterando in modo sensibile la situazione economica, patrimoniale e finanziaria della Banca;
  • aver esposto false informazioni ed occultato dati e notizie rilevanti nei prospetti informativi pubblicati e diffusi in occasione degli Aumenti di capitale del 2014 e del 2015, in modo da indurre in errore e ingannare i destinatari del prospetto.

È evidente che le condotte contestate agli imputati hanno danneggiato inevitabilmente gli azionisti, sia perché hanno cagionato il depauperamento del valore dell’azienda e quindi delle azioni e sia perché gli azionisti sono stati impossibilitati a valutare correttamente i valori reali ed i rischi effettivi connessi ai titoli BPB e ad effettuare consapevoli scelte di investimento e/o di disinvestimento.

Cosa si può richiedere. Con la costituzione di parte civile, per gli azionisti è possibile richiedere la condanna degli imputati al risarcimento di tutti i danni subiti, sia patrimoniali, pari all’importo versato per l’acquisto delle azioni BPB, sia non patrimoniali per il danno morale subito a causa dei reati commessi.

Come fare per costituirsi parte civile nel processo penale. Il termine per la costituzione di parte civile è fissato per la prossima udienza del 16 luglio 2020. Per poter partecipare all’azione giudiziale, è necessario raccogliere e consegnare, entro il 13 luglio p.v., la seguente documentazione: firmare la procura speciale in favore dell’avvocato che sceglierete; copia di un documento d’identità valido; copia del codice fiscale; copia degli ordini di acquisto delle azioni BPB; gli estratti del dossier titoli degli ultimi dieci anni da cui risultano eseguiti gli acquisti delle azioni BPB oppure gli estratti di conto corrente da cui si evincono i pagamenti eseguiti per acquistare le azioni BPB; copia di un estratto dossier titoli recente (2019, meglio se 2020) comprovante l’attuale titolarità delle azioni BPB. Laddove la banca non rilasci i documenti entro il 16 luglio, sarà utile allegare la richiesta scritta fatta alla stessa, cosi da poter depositare i documenti in seguito.

Per informazioni, contattare la Confconsumatori Andria al n. 324.9913773 (anche via Whatsapp).

Lascia il tuo commento
commenti