Il racconto dalla comunità riabilitativa psichiatrica EPASSS di Corato

Alessio, una maturità "speciale" conquistata con la determinazione

​«Insieme al corpo insegnante e ai compagni, fondamentale è stato il ruolo del docente di sostegno che ha rappresentato una mediazione nella comunicazione con gli altri ragazzi»​

Attualità
Andria venerdì 03 luglio 2020
di la redazione
Alessio, una maturità
Alessio, una maturità "speciale" conquistata con la determinazione © n.c.

«Alessio un esempio per tutti noi. Per la tua maturità e per il cammino che hai davanti». Queste le parole con cui si è conclusa pochi giorni fa la sessione per il diploma di maturità curriculare come elettromeccanico all’Archimede Ipsia di Barletta succursale di Andria.

Alessio ha sempre palesato le sue capacità e la voglia di conquistare la maturità e questo lo ha spinto a scegliere, fin da subito, un percorso didattico che ha previsto l’individuazione di obiettivi condivisi anche se differenziati e che rappresenta la tappa fondamentale del suo percorso.

«Insieme al corpo insegnante e ai compagni, fondamentale per Alessio è stato il ruolo del docente di sostegno - sottolineano dalla comunità riabilitativa psichiatrica EPASSS di Corato - che ha permesso di creare un tessuto relazionale nella propria crescita e ha rappresentato una mediazione nella comunicazione con gli altri ragazzi, anche nei momenti di socializzazione fuori dall’aula, come le assemblee di istituto o la ricreazione. È importante sottolineare che l’obiettivo, per Alessio, non era ottenere il diploma a tutti i costi ma, principalmente, quello di poter dimostrare il livello di apprendimento.

Alessio ha sfidato il Covid con noi lontano dalla sua famiglia solo fisicamente, ma a loro sempre vicino con tutti i canali comunicativi e tecnologici, che lui ben conosce. Noi gruppo di lavoro lo abbiamo guidato e confortato, il suo studiare era davvero un richiamo alla normalità, con tutte le sue stanchezze. L' Istituto professionale Archimede di Andria con la preside prof. Anna Ventafridda, la vicaria Marisa Gravinese,la responsabile del gruppo Marily Papeo, il docente di sostegno prof. Carlo Sacco, unitamente al nostro gruppo di lavoro, la psichiatra dott.ssa Marilù Liso, lo psicologo Saverio Costantino, il coordinatore Piero Zucaro, l'educatrice di riferimento Isa Leone e tutto il gruppo di lavoro hanno, tutti insieme, raggiunto il traguardo. Con Alessio abbiamo vinto una grande sfida, vivendo con lui tutte le emozioni che il percorso gli ha regalato. Ora altro obiettivo ancora più ambizioso è quello del lavoro. In una società distratta noi siamo sempre più concentrati per restituire una vita "normale" ai nostri meravigliosi ospiti» hanno concluso.

Lascia il tuo commento
commenti