La nota

Rinnovo contratti, gli Oss precari ringraziano il Dg della Asl Bt

«Caro Direttore, siamo certi del suo impegno a proseguire in quel cammino che darà il giusto riconoscimento alla nostra professionalità, competenze ed esperienze acquisite nei vari ambiti nel corso degli anni»

Attualità
Andria lunedì 13 luglio 2020
di la redazione
Asl Bat
Asl Bat © AndriaLive

Gli operatori socio sanitari-o.s.s. della Asl Bat, intervenuti alla manifestazione del giorno 30 giugno 2020, appartenenti alla sigla sindacale Usppi sentono il dovere di ringraziare il direttore generale dell’Asl Bat,nella persona dell’avvocato Alessandro Delle Donne, per l’impegno assunto nei confronti dei contratti in scadenza degli stessi operatori al 30 settembre 2020, prorogandoli fino al 31 gennaio 2021, uniformandosi ad altre asl del territorio regionale.

«L’anno 2018 rappresenta per noi una data “storica”. La ventata di assunzioni fatta nel nostro profilo ha sicuramente un duplice significato: da una parte la possibilità di uno sguardo fiducioso al futuro da parte di tutte le famiglie degli oss in questione, dall’altro la possibilità concreta di poter mettere la propria professionalità, conoscenze, bravura, impegno, al servizio dell’azienda che ci ha assunti, mostrando fiducia nella nostra categoria professionale, soprattutto nei confronti di un’utenza che merita qualità e attenzione nelle prestazioni della propria asl. Ognuno di noi è testimone di questo particolare momento storico. Ognuno di noi giornalmente si impegna per dare il massimo, un paziente che esce soddisfatto dal proprio decorso ospedaliero è una vittoria per tutti. Sappiamo benissimo quali sono le nostre competenze, non neghiamo la speranza che si possa in futuro dare un valore aggiunto e il degno riconoscimento a questa “figura di supporto”, tanto preziosa.

Vedere corsie gremite di oss è il nostro obiettivo per avere il numero congruo di operatori socio sanitari in servizio nelle varie unità operative,che in autonomia svolgono tutte le azioni legate all’assistenza di base al paziente, sgravando e alleggerendo la figura infermieristica da tali mansioni lasciandola libera di concentrarsi su ciò che ad oggi appartiene al proprio profilo professionale, sarebbe una vittoria oltre ogni limite immaginabile.

Tutto ciò non solo per noi a livello occupazionale e per la dignità delle nostre famiglie, ma soprattutto per la qualità di un servizio che deve essere ottimale fin dai primi livelli di assistenza. Caro Direttore, siamo certi del suo impegno a proseguire in quel cammino che darà il giusto riconoscimento alla nostra professionalità, competenze ed esperienze acquisite nei vari ambiti nel corso degli anni. Il giorno 30 giugno 2020, affacciandosi al balcone del suo ufficio in quel di Andria, dopo una positiva contrattazione, ha ricevuto il nostro applauso, vero e riconoscente. In quell’ applauso c’era una stretta di mano da parte di ciascuno di noi. A lei direttore va la nostra gratitudine, fieri e felici di firmarci, gli Oss precari Asl Bt prorogati al 31 gennaio 2021 e fiduciosamente oltre».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • nicola gissi ha scritto il 13 luglio 2020 alle 10:26 :

    Gli ausiliari socio sanitari già assunti tutti con contratti a tempo indeterminato che hanno fatto il corso di riqualificazione OSS richiesto dall' ASL BAT terminato a novembre 2015 senza ancora ad oggi essere riconosciuti come tali, ma solo in attesa di risposte da un concorso truffa preparato e prorogato ad hoc in vista delle elezioni regionali, a chi devono ringraziare? Al Dottor Michele Emiliano che adesso da voi si aspetta una valanga di voti promessi tramite i vari direttori generali e amministratori unici di società satelliti della sanità pugliese. Abbiate almeno la decenza di non parlare. Rispondi a nicola gissi

  • Flx ha scritto il 13 luglio 2020 alle 09:12 :

    Cari colleghi, sarebbe troppo facile entrare dalla porta secondaria per una stabilizzazione in sanità, ma vorrei ricordare come la Costituzione, all'art. 97, dichiari che per poter lavorare nel pubblico impiego bisogna passare da concorsi... Per cui quello che vi augurate è illegittimo e va contro altri colleghi che hanno faticato e studiato tanto per poter superare il concorso indetto in Puglia. Spero tanto che questo non avvenga Rispondi a Flx

    FILADELFO SCAFARO ha scritto il 14 luglio 2020 alle 18:37 :

    Caro Flx (non ti conosco come collega) cmq allora si è buoni solo quando si sostituisce o si risponde ad un avviso pubblico? Cioè praticamente stai dicendo che se uno non fa un concorso deve stare precario a vita ? Fammi capire..... Ti ricordo la costituzione dice che dopo tanti rinnovi non si può essere sempre precari pertanto il rapporto si trasforma in tempo indeterminato, mi spiace ma in questo mondo non esiste solo chi fa concorsi e poi non stiamo togliendo il pane a nessuno, non stiamo entrando da nessuna porta secondaria e non siamo in competizione con nessuno, spero un giorno capisca! Rispondi a FILADELFO SCAFARO