Il fatto

Donazione multiorgano al "Bonomo": un atto di amore di un uomo di 86 anni

Il Dg della Asl Bt, Delle Donne: «Ringrazio la moglie dell'uomo e i suoi tre figli per questo gesto di amore e di speranza e ringrazio gli operatori sanitari per l'importante lavoro anche culturale che stanno portando avanti»

Attualità
Andria martedì 29 settembre 2020
di la redazione
Ospedale  Lorenzo Bonomo  di Andria
Ospedale Lorenzo Bonomo di Andria © AndriaLive

La donazione degli organi non ha età. All'ospedale "Bonomo" di Andria la notte scorsa un uomo di 86 anni ha donato il fegato e i reni. Nella unità operativa di Anestesia e Rianimazione diretta dal dottor Nicola Di Venosa si sono avvicendate l'equipe di Foggia che ha prelevato i reni e l'equipe di Bari che ha prelevato il fegato: gli organi saranno trapiantati a Bari. Tutte le operazioni sono state coordinate dal dottor Giuseppe Vitobello, responsabile della unità di trapianti della Asl Bt.

«Davvero la donazione di organi non ha età e il racconto di quanto avvenuto stanotte ad Andria ce lo dimostra - dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt - ringrazio la moglie dell'uomo e i suoi tre figli per questo gesto di amore e di speranza e ringrazio gli operatori sanitari per l'importante lavoro anche culturale che stanno portando avanti sul tema della donazione degli organi e dei tessuti».

Le donazioni di organi nella Asl Bt effettuate nel 2020 sono 6 con una percentuale di opposizione che scende al 16 per cento, tra le più basse d'Italia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenico Matera ha scritto il 29 settembre 2020 alle 11:51 :

    Dio benedica queste persone ♥️♥️♥️!!! Rispondi a Domenico Matera