La nota

L’AndriaMultiservice torna a scioperare il 2 novembre

«Segnaliamo l’assenza del management aziendale che, di fronte alla legittima protesta dei lavoratori, resta il vero responsabile dei disservizi alla comunità servizi»

Attualità
Andria sabato 17 ottobre 2020
di la redazione
Sciopero Multiservice
Sciopero Multiservice © nc

«Lo scorso lunedì 12 ottobre i lavoratori della Multiservizi del Comune di Andria hanno fatto sentire la loro voce protestando compatti (adesione totale degli operai) contro i tagli ai servizi dell’AndriaMultiservice. Tagli che hanno significato e significano una forte riduzione degli stipendi dei lavoratori ma, soprattutto, sui servizi che l’AndriaMultiservice fornisce alla collettività.

Lunedì 2 novembre i lavoratori replicheranno lo scioperl chiedendo alla neo-Sindaca di ascoltare le loro ragioni e assumersi la responsabilità del rilancio della Multiservice. Un’azienda che, non ci scorderemo mai di sottolinearlo, non è un baraccone ma una società che risponde alla domanda di servizi del Comune e della collettività creando risparmi.

L’USB parteciperà convintamente al presidio organizzato dinanzi al Comune di Andria chiedendo alla Sindaca di ricevere una delegazione di lavoratori.

Oggi bisogna costruire una città forte e nuova che rafforzi la partecipata affidandole nuovi servizi garantendo, realmente, un futuro.

In ultimo segnaliamo l’assenza del management aziendale che, di fronte alla legittima protesta dei lavoratori, resta il vero responsabile dei disservizi alla comunità. Così come registriamo un ritardo nei pagamenti delle retribuzioni, già ridotte dagli ammortizzatori sociali, che sono ingiustificati ancor più se l’ente pubblico sta onorando i pagamenti dei servizi».

Lascia il tuo commento
commenti