Influenza A: nella ASL/Bat metà dei vaccini ancora nei frigoriferi

Attualità
Andria lunedì 01 marzo 2010
di La Redazione
© n.c.
Più della metà delle dosi di vaccino antinfluenzale, contro il virus A H1N1, sono rimasti nei frigoriferi dei vari ambulatori disseminati nei dieci comuni della ASL Bat.

Quella che doveva essere la chiamata al vaccino in realtà, anche nel nostro territorio non ha sortito l'effetto sperato. Su 16.000 dosi, infatti, di cui l’azienda sanitaria della Bat è stata provvista dal Ministero della Salute, ne sono state somministrate solo 6.500.

Ne restano esattamente ben 9.500 ancora nei frigoriferi dei vari ospedali ed uffici igieni della ASL..

Tra le categorie a cui il vaccino era consigliato, quella che più vi ha fatto ricorso, con 4.000 dosi somministrate in tutta la ASL, è stata quella dei soggetti a rischio, ovvero persone tra i sei mesi e i 65 anni.

Sempre tra coloro ai quali si consigliava la vaccinazione è rimasto zero il numero dei Vigili del Fuoco che si sono vaccinati.
I dati, riferiti dall’Ufficio Igiene dalla ASL Bat di Andria, fanno riferimento alla dodicesima settimana, cioè al 17 gennaio scorso e sono gli ultimi, i più aggiornati in possesso dell’ufficio sanitario. Rispetto a questi dati, ad oggi vi potrebbero essere variazioni di alcune unità.
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti