L'assessore Caldarone ha accompagnato i delegati anche ad Andria in un incontro con Zaccaro

Delegazione rumena visita la Puglia per promuovere accordi su commercio e cultura

Fanno gli onori di casa vari amministratori pugliesi e l’artista e consigliere del sindaco di Bari per i rapporti con la comunità rumena, Paula Mitrache

Cronaca
Andria sabato 17 gennaio 2009
di La Redazione
© n.c.

Il 14 e 15 gennaio scorsi una delegazione di importanti personalità rumene è giunta in Puglia per verificare le prospettive di proficui accordi commerciali e culturali nell’ottica di una collaborazione italo-rumena che sembra iniziare a dare i primi concreti frutti.

Nello specifico si è trattato di una delegazione in rappresentanza del grande distretto amministrativo rumeno (Judeţ) della Prahova, una delle aree più ricche della Romania per risorse, assetto economico e potenzialità di ulteriore sviluppo. Basti pensare che con il suo milione di abitanti è la seconda area del Paese a contribuire al PIL nazionale.

Fortemente industrializzata ha i suoi punti di forza nelle saline che esportano in tutto il mondo e in una consistente attività di estrazione petrolifera, oltre che in estese aree a vocazione agricola con punte di rilievo nel campo della viticoltura; non a caso è nella Prahova che inizia la ‘strada del vino’ in quella che è l’area degli antichi ‘castri romani’. Un ruolo importante è inoltre svolto dalla locale Università, nota per essere la sede di formazione di gran parte della classe dirigente rumena.

La delegazione giunta a Bari era formata dal presidente del distretto amministrativo di Prahova, il signor Mircea Cosma, accompagnato dalla propria consorte Elena. Al seguito vi erano inoltre la signora Fabioara Ionescu, Direttore Generale del Parco Industriale di Ploiesti (capoluogo di Prahova); il signor Marin Voicu sindaco del comune di Ciorani (località ricca di attività agricole e con forti potenzialità di sviluppo nel campo dell’energia eolica); la signora Ionita Toma, presidente della Commissione budget-finanze della regione Prahova ed il signor Iuan Corneliu Dinu ministro consigliere presso l’Ufficio per la promozione commerciale-economica dell’Ambasciata di Romania con sede a Roma.

L’iniziativa di questo appuntamento, che ha visto la delegazione rumena al centro di una serie di incontri con diversi soggetti pugliesi operanti nel campo dell’economia e della cultura, è stata promossa dalla provincia di Bari nella persona dell’Assessore alle Politiche Comunitarie e al Decentramento Vincenzo Caldarone, già sindaco di Andria.

In realtà lo scopo principale dell’operazione è stato quello di stabilire un contatto esteso a livello regionale, appunto tra Prahova e regione Puglia, intese quali aree potenzialmente omologhe. Non a caso diversi sono stati gli appuntamenti in agenda con le autorità regionali pugliesi. L’intento dell’Assessore Caldarone nel sostenere l’iniziativa è stato quello di riunire e porre a confronto un gruppo di persone che fossero mosse dalla comune volontà di promuovere concretamente un sempre più stretto rapporto di collaborazione tra Italia e Romania passando attraverso l’incontro tra Puglia e Prahova, entrambre regioni ricche di risorse umane, culturali ed economiche suscettibili di una sempre maggiore valorizzazione.

A fare gli onori di casa, sin dall’arrivo in aeroporto della delegazione, è stata tra gli altri la cantante e attrice rumena Paula Mitrache, da anni residente a Bari dove presiede l’Associazione italo-rumena ‘Dacia Nicolaiana’ svolgendo, anche in qualità di consigliere del sindaco Michele Emiliano, attività di mediazione culturale a favore della numerosa comunità rumena locale.

La signora Mitrache, che per l’occasione ha accompagnato i membri della delegazione presenziando a tutti gli appuntamenti oltre a fungere da traduttrice, ha voluto divulgare a suo nome i dettagli di questa ‘due giorni’ dopo aver constatato l’esito proficuo e promettente dell’iniziativa.

Dopo l’arrivo, nella mattinata del 14 gennaio, all’aeroporto di Palese, la delegazione partita da Bucarest ha raggiunto il palazzo della Provincia di Bari dove è stata accolta dal saluto dell’Assessore Caldarone. Si è poi trasferita in Regione dove ha incontrato il vice presidente Sandro Frisullo con delega allo Sviluppo Economico, alle Attività Produttive, Industria, Industria Energetica, Artigianato, Commercio, Innovazione Tecnologica, Fiere e Mercati, al quale sono stati esposti diversi progetti di collaborazione e scambio tra Puglia e Prahova.

Frisullo si è dichiarato favorevole all’iniziativa che rappresenta il primo passo di un percorso che dovrebbe culminare in un primo importante accordo da firmarsi bilateralmente in Romania a fine gennaio e del quale saranno forniti i particolari in un futuro comunicato stampa. E’ già noto che si partirà dall’instaurazione di una serie di rapporti economici e commerciali per poi estendere progressivamente le relazioni ad altri ambiti, dando spazio in particolare agli scambi culturali.

Dopo l’incontro con Frisullo la delegazione è tornata in Provincia dove, nel corso di un incontro con il Presidente Vincenzo Divella, il presidente Cosma ha manifestato l’intenzione di voler fare tesoro della ricca esperienza italiana in campo imprenditoriale, assumendo a modello realtà vincenti come la stessa ‘Divella’, azienda di antica tradizione nel campo dell’industria della pasta, capace di coniugare al meglio tradizione e innovazione tecnologica. Un modello tanto più utile da seguire per una regione come la Prahova che offre ampie distese di territorio idonee alla coltivazione del grano.

L’appuntamento successivo ha visto la delegazione nuovamente in Regione dove ha incontrato l’Assessore al Mediterraneo Silvia Godelli con la quale si è discusso di futuri scambi interculturali incentrati su varie proposte che pongono al centro l’area del Mar Nero vista come una sorta di ideale appendice del Mediterraneo. In questa occasione la signora Mitrache ha ricordato ai presenti come la collaborazione in ambito culturale abbia già avuto una sua felice anteprima nello spettacolo ‘Terrae Nostrae’ da lei organizzato e tenutosi al Teatro Piccinni di Bari lo scorso 2 dicembre 2008 ed ora in attesa di essere riproposto anche in altre città italiane.

La giornata del 14 si è conclusa con un meeting presso presso il Palazzo della Provincia che ha visto coinvolti imprenditori, associazioni pugliesi ed esponenti del Politecnico di Bari. I primi, in particolare, si sono mostrati molto interessati a conoscere la variegata realtà economica e commerciale rumena in previsione di possibili scambi di idee ed esperienze.

La giornata del 15 si è invece aperta con la visita agli stabilimenti del pastificio ‘Divella’, a Rutigliano. A fare da ‘guida’ il giovane Fabio Divella, nipote del presidente della Provincia, il quale ha illustrato una realtà aziendale fortemente dinamica, che dà ampio spazio a giovani professionisti del settore, capaci di alimentare con il loro entusiasmo aspettative positive per il futuro. A colpire i delegati rumeni, che si sono ripetutamente complimentati con l’imprenditore ospite, è stata soprattutto l’organizzazione ipertecnologica e sofisticata del ciclo produttivo, capace di ottimizzare al massimo la resa del lavoro svolto.

Altra visita in ambito aziendale è stata quella al Molino e Pastificio Casillo di Corato, anch’esso presentatosi come una realtà produttiva tecnologicamente avanzata, con una filiera - dal grano al prodotto finale confezionato e in gran parte esportato all’estero – sviluppata architettonicamente su più piani che i delegati hanno visitato con grande attenzione, riportando impressioni entusiastiche.

L’Assessore Caldarone ha poi accompagnato i delegati ad un incontro con il sindaco di Andria Vincenzo Zaccaro con il quale si è proficuamente discusso del ruolo centrale della mediazione culturale nel processo di integrazione dei rumeni in Italia.

A tal proposito va ricordato che Mircea Cosma oltre che della regione Prahova è anche presidente della Fondazione Cultura Storica ‘Mihaiviteazul’, impegnata a promuovere rapporti di amicizia e scambio culturale con i luoghi che hanno avuto rapporti con gli antichi Daci, progenitori degli attuali rumeni.

Gli appuntamenti si sono conclusi a Bari con un incontro con l’Associazione Piccole imprese (A.P.I.) nel corso del quale sono stati toccati temi cruciali connessi allo sviluppo come quelli della gestione del ciclo dei rifiuti, dello sfruttamento dell’energia eolica e delle biomasse. All’incontro hanno partecipato anche alcuni esperti della Università di Lecce.

Facendo un bilancio dell’intera iniziativa, la signora Paula Mitrache ha dichiarato: “In questi due giorni mi sono resa conto di quanto grande sia da ambo le parti la voglia di una concreta collaborazione. In particolare per l’Associazione da me presieduta, l’iniziativa ha rappresentato un importante passo avanti per meglio comprendere gli intenti della Romania rispetto a concrete prospettive di collaborazione con l’Italia. Ho inoltre intravisto la possibilità di approfondire i rapporti con la Fondazione del presidente Cosma, estremamente attenta verso le comunità rumene all’estero. Infine – da rumena – mi piacerebbe che ci fossero sempre più persone disposte, come l’Assessore Caldarone, a promuovere iniziative concrete di collaborazione che non si esauriscano in semplici dichiarazioni d’intenti.

 Nell’attesa di conoscere gli esiti dei nuovi incontri previsti per fine mese in Romania, non mi rimane che ringraziare tutti coloro che hanno contribuito con grande senso dell’ospitalità alla riuscita dei recenti incontri pugliesi. Ancora una volta “Grazia Italia, Multumesc Romania”.

Lascia il tuo commento
commenti