L'intervista

"Il tempo interiore": inaugurata la mostra di Carlo Fusca

Visitabile fino al 9 febbraio negli spazi della Lorusso Arte Design, in via Napoli 71, ad Andria

Contenuti Suggeriti
Andria domenica 20 gennaio 2019
da sx Anna Maria Sergio, Carlo Fusca e Saverio Lorusso
da sx Anna Maria Sergio, Carlo Fusca e Saverio Lorusso © AndriaLive

È stata presentata al pubblico la mostra “Il tempo interiore”, ospitata negli spazi di Lorusso Arte Design ad Andria, in via Napoli 71. L’ultima fatica di Carlo Fusca assieme ad altre opere precedentemente realizzate dal pittore barese resteranno visitabili fino al 9 febbraio 2019.

“Il tempo interiore” è un grande dipinto con una superficie pittorica di circa quindici metri quadri, un'opera in divenire e non ancora portata a compimento (all'interno degli spazi espositivi campeggiano ancora i "ferri del mestiere" - come si evince dalle foto ndr), che vede completamente rielaborato un grande schizzo realizzato nel 2007 per rendere omaggio a Gioacchino Rossini ed esposto nel Palazzo Ducale di Pesaro. Quel bozzetto ha preso tutt’altra direzione e dopo circa tre mesi di ininterrotto lavoro all’interno degli spazi della Lorusso Arte Design, prende vita questo grande capolavoro che cattura l’attenzione di tutti i presenti all’inaugurazione per la perizia nella resa dei particolari, ma soprattutto per i personaggi che vi sono raffigurati: «Su quella tela originariamente c'era un bozzetto – ci racconta Carlo Fusca -; strada facendo però si è fatta avanti l'idea di progettarne ex novo il contenuto. Ho preso come riferimento la storia di Saverio Lorusso, da sempre promotore sul territorio di eventi d'arte, ed alla sua famiglia ho voluto rendere omaggio: alle loro riflessioni interiori, alle lacerazioni, alle lotte e alle battaglie… sottraendo però la narrazione al condizionamento del tempo storico. Quindi, ho inventato la scena in un viaggio immaginario dove le figure compaiono in questo teatro che si dissolve. I personaggi sono legati fra di loro da un sentimento intimo, da una passione e una forza interiore nonché dalla volontà di riscatto».

Un omaggio sentito per un’opera d’arte che trasuda spettacolarità, che ricorda grandi maestri antichi ma che diventa contemporanea nei tratti e nella sua inimitabile esecuzione artistica, nei colori e nelle dimensioni. Un’opera che di primo acchito riconduce alla grande carica spirituale ed emozionale che solo i grandi classici riescono a trasmettere.

Anna Maria Sergio, direttrice artistica della Lorusso Arte Design, evidentemente emozionata, ci racconta: «Si tratta di un'opera monumentale in cui i personaggi hanno le sembianze dei componenti della nostra famiglia. È stato un desiderio dell'artista che ha pensato di rendere omaggio all'impegno della famiglia Lorusso, da sempre particolarmente attenta agli artisti che hanno origine nel nostro territorio».

Da circa 25 anni infatti, la Lorusso Arte Design, promuove talentuosi artisti dell’hinterland, permettendo a tutti di potersi accostare all’arte contemporanea.

Accanto all’opera monumentale, la mostra, si impreziosisce con alcune opere realizzate in passato dal pittore Carlo Fusca. Nella galleria ritroviamo alcuni dipinti appartenenti alle sue “Memorie sintetiche”: opere legate alla dissoluzione della contemporaneità. Frammenti di libri che si dissolvono, storie e figure mitologiche che appaiono; personalità che sono messe di fronte alla propria storia e al proprio destino viste in maniera “sintetica”, attraverso una serie di collage e di interventi a tecnica mista che caratterizzano l'aspetto poetico di questi capolavori.

A Fusca e alla famiglia Lorusso il nostro grazie per la lezione artistica ed umana che “Il tempo interiore” regala a tutti noi!

Lascia il tuo commento
commenti