La notizia è giunta nel tardo pomeriggio del 3 settembre

Giuseppe non ce l'ha fatta. Deceduto il ragazzo coinvolto nell'incidente a Corfù

La famiglia ha autorizzato le procedure necessarie per la donazione di alcuni organi

Cronaca
Andria lunedì 03 settembre 2018
di La Redazione
Policlinico, Bari
Policlinico, Bari © n.c.

Doveva semplicemente essere il viaggio della maturità. Il viaggio da ricordare per una vita, non in questa maniera. Il gruppo era in Grecia per chiudere un capitolo della vita in maniera spensierata prima di affacciarsi nel mondo dei grandi. Ma quel mondo si è spalancato troppo in fretta per chi piangerà la scomparsa di un amico in questa maniera. Giuseppe Ruta, uno dei due ragazzi tranesi coinvolti in un incidente in scooter tra le strade di Barbati, non ce l'ha fatta. Un epilogo tragico. Si sono scontrati a bordo di uno scooter, lui e un amico coetaneo, frontalmente con un'autovettura in una curva sul mare di Barbati, frazione balneare di Corfù. Giuseppe era seduto posteriormente, il suo trauma cranico non gli ha lasciato scampo. Il ragazzo alla guida ha riportato diverse fratture ma non è mai stato in pericolo di vita.

Un dolore che si è consumato lentamente e tragicamente anche per la famiglia che ha prima raggiunto la Grecia per tentare tutto il possibile per riportare Giuseppe in Italia (entrambi sono stati trasportati con un elicottero attrezzato, Giuseppe al Policlinico ed il suo compagno ad Acquaviva) e poi è stata costretta ad arrendersi dinanzi all'elettroencefalogramma piatto e alla dichiarazione di morte cerebrale dei medici. Le macchine che hanno tenuto in vita il suo cuore sono state staccate alle 14.15.

C'è un gesto di speranza nel dramma: la famiglia ha autorizzato le procedure necessarie per la donazione di alcuni organi. Per questo motivo le operazioni necessarie a procedere in tal senso, ritarderanno il rientro a casa del corpo di Giuseppe Ruta, previsto per mercoledì a Trani, giornata in cui con tutta probabilità verranno celebrati i funerali.

Giuseppe ha frequentato il Liceo Classico di Trani "De Sanctis", decine già i messaggi di cordoglio sui social, dai compagni ai professori. Un evento tragico che ha scosso l'intera città, che ha cercato di stringersi intorno al dolore incontenibile dei genitori, della sorella e di tutta la famiglia. Strazianti in questi giorni le immagini di decine di amici, giovanissimi, distrutti dalle lacrime negli ambienti del Policlinico di Bari.

Lascia il tuo commento
commenti