Nel quartiere dell’Altomare

Teppistelli commettono atti vandalici nel cuore della notte

La denuncia di una nostra utente

Cronaca
Andria mercoledì 03 ottobre 2018
di La Redazione
bulli in azione
bulli in azione © n.c.

Bulli seminano il panico nel quartiere dell’Altomare. Si tratta di un branco di giovanissimi teppisti, sui 14 anni, che si divertono a compiere atti vandalici in danno alle abitazioni del quartiere e al decoro urbano dello stesso.

Lo sfogo di una residente: «Spesso ci ritroviamo di notte a subire atti poco piacevoli: più volte provano ad aprire i nostri portoni con calci e pugni, distruggono le buste dei rifiuti, rubano i mastelli per la raccolta differenziata o magari all'interno ci troviamo escrementi.

Ci ricoprono le macchine con olio, potrei restare qui a scrivervi una lista infinita. Ciò che ci fa più rabbia è che questi atti sono compiuti da ragazzi, e soprattutto di notte, mentre i genitori magari dormono o si divertono beatamente.

Nel nostro quartiere c'è poco controllo, come d'altronde in tutta la città. Ma noi siamo stufi di pagare i danni fatti da bulli».

I teppistelli, come si evince dal video correlato alla notizia, hanno asportato una cassetta portalettere dalla parete di una civica abitazione, noncuranti dei passanti a bordo delle macchine e in piena notte, le ore 01:50 di domenica 30 settembre 2018.

L’emergenza educativa per il ripristino della legalità sociale è ora più che mai necessaria. Ai genitori, alle parrocchie, alle scuole e alle varie agenzie educative va la richiesta di monitorare e laddove necessario prendere le indispensabili misure affinché i piccoli, grandi uomini a cui consegneremo il futuro possano redimersi e continuare sulla retta via. Ogni ulteriore considerazione in merito è superflua.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Dott Nicola Vasallucci ha scritto il 17 novembre 2018 alle 11:26 :

    Sono un medico che ha il suo studio in via bari ad andria. Ieri 16-11-2018 mi sono accorto che la cassetta della posta del mio studio è stata danneggiata . Forse a compiere questo gesto nobile è stata la stessa banda di idioti . Idiota = soggetto privo totalmente di intelligenza. Mi dispiace dirlo ma questa città non ha un futuro. Regna l'anarchia , l'indifferenza ed il pressapochismo in ogni campo . Potrei continuare ma non vorrei perdere altro mio tempo prezioso per una città che vale zero. Rispondi a Dott Nicola Vasallucci

  • E.I. ha scritto il 05 ottobre 2018 alle 07:09 :

    Un suggerimento, saranno ragazzi che vanno a scuola, che succederebbe se tutte le scuole, in una giornata di assemblea d'istituto programmata su questo tema, facessero vedere queste immagini e senz'altro i protagonisti saranno seduti là.....anche la scuola deve aiutarci in questo. GENITORI, fate un invito ai vostri rappresentati d'istituo. Il problema è veramente grave. In tutte le scuole i genitori sono rappresentati, da un loro rappresentante, mettevi in contatto con lui. C'è anche un comitato di presidenti d'istituto. E' un invito che faccio ad esortare voi tutti genitori. Rispondi a E.I.

  • Maria ha scritto il 04 ottobre 2018 alle 15:09 :

    Simili episodi purtroppo succedono anche all’uscita di scuola: questi Bulli con un linguaggio abbastanza colorito, per strada , prelevano dalle casette della posta appunto la posta aprendola, strappandolo e gettandola via . Mi chiedo I genitori quale educazione hanno impartito a questi ragazzi ? Dove sono? Quali tipi di esempi questi ragazzi vedono? Forse è ora che ci si rimbocchi le maniche e si lavora in sinergia: famiglia, scuola e altre istituzioni per costruire una società attuale e prossima più consona a un vivere sociale più civile Rispondi a Maria

  • Aida morano ha scritto il 04 ottobre 2018 alle 13:49 :

    È un po' dappertutto così anche nella nostra zona purtroppo dobbiamo farci giustizia da soli anche perché sono convinta che se i ragazzi sono bulli lo sono anche igenitori senza dubbio non può essere diversamente ..vi pare? Rispondi a Aida morano

  • Stella ha scritto il 03 ottobre 2018 alle 16:54 :

    Dopo questi episodi... Ora ci vorrebbero delle pattuglie in borghese...È qualche giro di controllo in più. Rispondi a Stella

  • Riccardo Nanni ha scritto il 03 ottobre 2018 alle 14:44 :

    Periodicamente si leggono di questi ragazzi.Possibile che mai l si legga che siano stai individuati e puniti?? E a Riccardo direi che le punizioni non hanno bisogno di essere esemplari ,devono essere giuste e fatte rispettare Rispondi a Riccardo Nanni

  • Leonardo Matera ha scritto il 03 ottobre 2018 alle 13:25 :

    Un invito ai loro genitori affinché diano qualche ceffone ai propri figli, visto che sono anche minori e se hanno meno di 14 anni le forze dell'ordine nulla possono fare se non accompagnarli a casa. Ma se tanto mi dà tanto, mi sa che ai loro genitori poco importa. Rispondi a Leonardo Matera

  • Giovanni Alicino ha scritto il 03 ottobre 2018 alle 11:45 :

    Ma perché si demanda sempre a parrocchie e altri, prendete voi anche la responsabilità di come intervenire. Questi bulli siano anche perseguiti penalmente oltre a una copiosa multa da pagare. Rispondi a Giovanni Alicino

  • Riccardo ha scritto il 03 ottobre 2018 alle 09:49 :

    Solita storia e niente provvedimenti da tutte le forze dell'ordine.Manca anche una punizione esemplare per questi "elementi" quando vengono scoperti. Siamo da terzo mondo.....Alle autorita' competenti datevi una mossa, non state sempre su corso cavour. Rispondi a Riccardo

  • Luigi ha scritto il 03 ottobre 2018 alle 09:09 :

    Altrimenti come viene così se la prendessero Rispondi a Luigi

  • E.I. ha scritto il 03 ottobre 2018 alle 07:25 :

    Un invito agli organi preposti al controllo per individuare i teppisti e farla pagare. Rispondi a E.I.