Il fatto

Salta il colpo al caveau della filiale Credem di via Annunziata

È successo ieri sera attorno alle ore 21.45

Cronaca
Andria domenica 17 marzo 2019
di La Redazione
Credem di via Annuziata
Credem di via Annuziata © n.c.

Sventato colpo al caveau della filiale Credem di via Annunziata. Erano circa le 21.45 ieri sera quando alle Forze dell'ordine giungevano alcune segnalazioni che avvertivano relativamente ad alcuni rumori sospetti provenienti dalla filiale dell'istituto di credito.

Avevano progettato un tunnel, scavato passando dalle fogne, per raggiungere il forziere dell'istituto di credito. Il piano prevedeva, probabilmente, che i malviventi si sarebbero intrufolati tramite un passaggio sotterraneo scavato con l'ausilio di martelli, pale e picconi, partendo dalla rete dei collettori fognari collegati al canalone Ciappetta-Camaggio. I rumori degli scavi in atto, però, hanno allertato alcuni cittadini e sul posto sono giunte oltre alle pattuglie dell'istituto di vigilanza anche la Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza.

Via Annunziata è stata immediatamente chiusa al traffico per permettere alle Forze dell'Ordine di procedere alla ispezione dei luoghi. Le forze dell'ordine hanno bloccato anche l'imbocco dell'impianto fognario nei pressi di via Sosta San Riccardo - da dove erano state segnalate 5 persone in fuga, alcune delle quali incappucciate -. Dopo circa un chilometro dall'inizio del tunnel i carabinieri ed i vigilanti hanno scoperto una evidente parziale demolizione scavata da poco nel muro. È evidente che attraverso quel foro i ladri avrebbero raggiunto la stanza contenente il "tesoro", magari un'operazione pianificata a più riprese prima che mettessero a segno il vero colpo.

Sul posto sono stati recuperati diversi arnesi, una carriola, una piccola scala, utilizzati dai ladri.

Posti di blocco lungo le vie di uscita dalla città sono stati effettuati ma purtroppo non hanno portato all'identificazione e quindi all'arresto dei malviventi che si son dati alla fuga.

Indagini sono in corso da parte dei carabinieri di Andria.

Lascia il tuo commento
commenti