La nota

Disservizi nella raccolta dei rifiuti: mancato ritiro dell'umido in alcune zone della città

Alla chiusura dell'isola ecologica si aggiunge anche il mancato ritiro dei rifiuti organici. Camion per la raccolta della differenziata pieni e impossibilità di conferimento nelle varie piattaforme alla base del problema

Cronaca
Andria mercoledì 15 maggio 2019
di La Redazione
mancato ritiro dell'umido
mancato ritiro dell'umido © AndriaLive

Nei giorni in cui gli andriesi stanno ricevendo le cartelle tari, con annesso salasso, puntuale arriva anche il disservizio. Nella giornata odierna, in molte zone i rifiuti organici (umido) non è stato raccolto dalla ditta Sangalli.

La causa: i mezzi per il ritiro dei rifiuti sono tutti carichi e la Sangalli non riesce a trasferirli nelle varie piattaforme poiché l'Aro (che coordina le funzioni ed i servizi del ciclo integrato dei rifiuti urbani ed assimilati relativi alle fasi dello spazzamento, raccolta, trasporto e servizi annessi) non avrebbe pagato le piattaforme, essendo creditrice nei confronti del Comune di Andria.

Una storia già nota agli andriesi che hanno più volte vissuto la sospensione del servizio di raccolta dei rifiuti a causa del mancato conferimento degli stessi nelle piattaforme. Sarebbe, questo, lo stesso problema in cui versa l'isola ecologica di via Stazio che, come da noi già comunicato, è chiusa da lunedì 13 maggio sino a data da destinarsi...

Il problema ruoterebbe dunque, come sempre, attorno all'enorme situazione debitoria dell’ente nei confronti dell'Aro e di conseguenza nei confronti di tutte le strutture coinvolte nella gestione del ciclo dei rifiuti, compresa la Sangalli.

Oltre al danno, anche la beffa.

Si spera che la gestione commissariale dell’ente ponga fine a questo problema che si trascina da anni con rimpalli continui di responsabilità tra Comune, Aro 2 Bt e Sangalli.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Luigi ha scritto il 16 maggio 2019 alle 13:16 :

    Non siamo tutti uguali perché c'è chi non paga da anni , secondo me a questo punto fanno bene Rispondi a Luigi

  • Emanuele alicino ha scritto il 15 maggio 2019 alle 17:28 :

    Intanto noi abbiamo avuto un aumento del 25% vi sembra normale? Rispondi a Emanuele alicino

  • Felice Noia ha scritto il 15 maggio 2019 alle 16:23 :

    Il Comune non paga, la Sangalli non paga, gli unici ad aver pagato sono i cittadini e per di più si tengono i rifiuti in casa. COSE DA PAZZI Rispondi a Felice Noia

  • aldo ha scritto il 15 maggio 2019 alle 12:11 :

    incompetenti, si stava meglio quando si stava peggio ..................................... si ritorni ad espletare tale servizio dal settore di competenza comunale senza rivolgesi ad un'altra società, si eliminerebbero qualche passaggio, inserire l'operatore ecologico di quartiere, che è responsabile del proprio quartiere e ne cura l'efficienza. Rispondi a aldo