Appelli inascoltati, forse perché non c'è la percezione della potenziale e reale pericolosità della pandemia

Quando le raccomandazioni sono fiato sprecato. Piazza Duomo ancora stracolma ieri sera

Pensate che succederebbe se qualcuno, contagiato senza saperlo, portasse il virus in ospedale, dove già gli accessi per fortuna sono limitati... Serve prudenza, serve autocontrollo, serve soprattutto buonsenso

Cronaca
Andria sabato 07 marzo 2020
di La Redazione
Piazza Duomo gremita
Piazza Duomo gremita © n.c.

Dicono che a lavare la testa al ciuccio si perde acqua e sapone: forse però, dei litri di Amuchina utilizzati negli ultimi giorni per disinfettare le case degli andriesi, qualcuno sarebbe dovuto servire, almeno metaforicamente, a lavare la testa dei tantissimi ragazzi che ieri sera, in barba alle raccomandazioni che anche sulle pagine del nostre giornale si sono moltiplicate, appunto di evitare assembramenti per fini precauzionali, si sono nuovamente riversati e accalcati in piazza Duomo.

A occhio in minor numero rispetto all'altroieri, ma comunque troppi, stante il clima di generale attenzione a causa del diffondersi del virus Covid19. Solo ieri la notizia che un altro caso di positività al contagio è stato accertato nella Bat. La domanda sorge spontanea: ma le persone (non solo i ragazzi) hanno capito che a farne le spese saranno soprattutto i più deboli, i malati cronici, i malati di cancro, i cardiopatici, i diabetici e così via? Pensate che succederebbe se qualcuno, contagiato senza saperlo, portasse il virus in ospedale, dove già gli accessi per fortuna sono limitati...

Serve prudenza, serve autocontrollo, serve soprattutto buonsenso. Ma a quanto pare dalle nostre parti queste merci scarseggiano.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni bellusci ha scritto il 17 marzo 2020 alle 07:23 :

    Purtroppo il guaio della nostra città è la mancanza di educazione e senso civico.Non si ha rispetto degli altri. Rispondi a Giovanni bellusci

  • Pippo Scamarcio ha scritto il 15 marzo 2020 alle 10:13 :

    Ad Andria esiste il prinicipio dell'illegalità e dell'inosservanza delle regole, più elementari una città che andrebbe militarizzata Rispondi a Pippo Scamarcio

  • Leo Nasca ha scritto il 11 marzo 2020 alle 07:28 :

    Onore alle forze dell'ordine e alla polizia locale che permette tutto questo... e magari anche a qualche attività commerciale che è rimasta aperta come anche i distributori di bevande automatici che dovrebbero rimanere aperti solo fino alle 18:00 Rispondi a Leo Nasca

  • Marco ha scritto il 08 marzo 2020 alle 23:02 :

    Non so può certo rimanere a guardare e ad ad aspettare che certi individui si convincano della bontà dei divieti, bisogna imporli e basta. Fare quello che i loro genitori ormai non riescono più a fare, da tempo. Rispondi a Marco

  • Luigi ha scritto il 08 marzo 2020 alle 15:36 :

    Dalle immagini penso che in pzza duomo Andria di questo virus questa gioventù nn gli interessano niente. Rispondi a Luigi

  • Antonio Chieppa ha scritto il 08 marzo 2020 alle 11:20 :

    Perche non stabilire un coprifuoco? divieto di rassemblamento con più di 2 persone? perche non controlli su chi è in strada se ha un valido motivo di non stare in casa? cosa dobbiamo aspettare che questi giovani portano nelle loro case il patogeno ai genitori e famigliari? non avete abbastanza poliziotti, allora cercate volontari che devono controllare e chiamare la polizia in caso di abuso? Con manganelli è da far cessare questi assemblamenti, un pò di mano dura perbacco. Rispondi a Antonio Chieppa

  • Giovanni Alicino ha scritto il 07 marzo 2020 alle 22:09 :

    Si, purtroppo devo usare parole forti ma non mi dispiace "stronzi, stronzi, stronzi all'infinito" ma dove c...o sono i genitori? Non sono figli di ignoranti. Rispondi a Giovanni Alicino

    Maria Ciancio ha scritto il 11 marzo 2020 alle 17:44 :

    Occorre imporre le regole con la forza, se serve anche esercito!!! Rispondi a Maria Ciancio

  • Franco ha scritto il 07 marzo 2020 alle 19:29 :

    Ma perché questi ragazzini arroganti hanno ascoltato altre volte i consigli? Hanno ascoltato quando si diceva di non bere troppi alcoolici, di non fumare erbacce, di non stare a ciondolarsi in discoteca sino all'alba, di non guidare alticci di notte? Purtroppo non puoi aspettare che ti ascoltino, devi imporre una regola, per il loro bene si intende. Rispondi a Franco

  • Francesco ha scritto il 07 marzo 2020 alle 18:13 :

    Ignoranti fin nel midollo....... Rispondi a Francesco

  • Luca Schiavone ha scritto il 07 marzo 2020 alle 16:41 :

    Facciamo qualcosa per favore. Qualcosa di concreto. Rispondi a Luca Schiavone

  • FN ha scritto il 07 marzo 2020 alle 12:14 :

    La situazione anche al sud esploderà da un momento all’altro come al nord. Poi ci sarà da ridere dal momento che gli ospedali al sud non sono attrezzati come al nord. A questo punto visto che parecchi non vogliono capire,bisogna presidiare con forza pubblica luoghi di aggregazione e chi non vuole ascoltare preso a manganellate Rispondi a FN

  • Nn ha scritto il 07 marzo 2020 alle 11:11 :

    Nulla è cambiato e nulla mai cambierà ho lasciato il paese 30 anni fa ed era la stessa cosa. Che dire.... Rispondi a Nn

  • Joe ha scritto il 07 marzo 2020 alle 09:57 :

    Urgono preghiere, pregate il Signore ovunque voi siate e in qualunque momento. Facciamo anche piccoli fioretti di digiuno e castità in questo periodo di dura prova. Rispondi a Joe

    S L ha scritto il 08 marzo 2020 alle 00:50 :

    Si, preghiamolo sempre e ovunque il signore che per quanto è misericordioso ci fa crepare senza preavviso. Poi, come, il non scopare o mangiare migliorerebbe la situazione? Sono davvero curioso Rispondi a S L

  • Michele Franco ha scritto il 07 marzo 2020 alle 09:52 :

    I GIOVANI SENTONO IL BISOGNO DELL'UNIONE,DELLO STARE INSIEME,DELLA CONDIVISIONE,DELL'AMORE.IN UN MONDO LACERATO DA TANTE NEFANDEZZE ,PERICOLO,DOLORE,AVVERTONO,OGGI, PIU' CHE MAI LA NECESSITA' DI STARE INSIEME,UNITI... Rispondi a Michele Franco

  • Toniabionda ha scritto il 07 marzo 2020 alle 09:19 :

    Sono un infermiera dell' ostetricia di Andria ed è una guerra ipocrita e cretina con i parenti del nuovo nato..... Vogliono entrare tutti per un saluto o un occhiata..... E ci offendono e minacciano di chiamare Porziotta..... Ma lo sanno che i neonati non hanno difese immunitarie e anche le degenti? Ignoranti presuntuosi e arroganti... . Rispondi a Toniabionda

    Luca ha scritto il 07 marzo 2020 alle 19:14 :

    Aimè siamo irrecuperabili:ignoranza, ipocrisia, menefreghismo, irresponsabilità. Purtroppo le possibili conseguenze riguarderanno tutti anche gli "altri" che cercano di distinguersi. La mamma degli stolti è sempre incinta! Mi spiace per voi operatori sanitari. A voi tutta la mia stima. Rispondi a Luca

  • giovanni addati ha scritto il 07 marzo 2020 alle 08:30 :

    Comunque non sono gli unici ad avere atteggiamenti non conformi alle ordinanze. Basta girare un po' per la città. Colgo l'occasione di fare un appello: STATV AR CASR VOSTR, LAVIT CAPUIT U NAUN. Rispondi a giovanni addati

  • Antonio Anelli ha scritto il 07 marzo 2020 alle 08:25 :

    Senso civico addio (sempre che sia mai esistito)! Rispondi a Antonio Anelli

  • Antonio Chieppa ha scritto il 07 marzo 2020 alle 08:07 :

    Fate disinfestazione puzzolente in quei luoghi a quelle ore che si rassemblano. Fin quando da noi non è zona rossa e non abbiamo casi in Andria non possiamo obbligare ma solo spiegare con volantini ed altro (Radio e TV),mancano indicazioni alla popolazione con istruzioni e informazioni, quando saremo una zona rossa allora come in Cina, predeteli , ammanettateli e metteteli in quarantena lontano da amici e parenti. Rispondi a Antonio Chieppa

    Marco ha scritto il 07 marzo 2020 alle 19:23 :

    Ottima idea, il Comune si inventi servizi di disinfestazione nelle ore della movida Rispondi a Marco

  • Francesco liso ha scritto il 07 marzo 2020 alle 07:54 :

    Scusate, vero il raduno in piazza è da irresponsabili, ma anche il non vietare le funzioni religiose in chiesa è da irresponsabili....anzi li sono in un luogo chiuso.... Rispondi a Francesco liso

    Laura Dossena ha scritto il 07 marzo 2020 alle 10:35 :

    Perfettamente in accordo con lei!... Io non sono di andria. Abito in Lombardia...e quindi posso fare confronto con senso civico dei miei concittadini cremaschi con quelli andriesi (vengo ogni anno ad andria da 42 anni)... C è un abisso... Li... È altro mondo... Senso civico inesistente... Poi... Quando succede qualcosa di irreparabile... Tutti a dire:... Lo stato dove è?.... Ma... Non capite che lo stato... Siamo noi tutti?... State a casa per un po'... È per il bene Vs... Buona giornata a tutti! Rispondi a Laura Dossena

    Anna Virgilio ha scritto il 07 marzo 2020 alle 09:36 :

    E l'ixcoop? E l'Eurospin? Ieri erano pieni! Rispondi a Anna Virgilio

    Leonebiancazzurro ha scritto il 07 marzo 2020 alle 09:05 :

    Hanno saputo che il virus è buddista. Quindi non entra nelle chiese. 🙏🏻 Rispondi a Leonebiancazzurro

  • Leonebiancazzurro ha scritto il 07 marzo 2020 alle 07:44 :

    Io stasera passerei con l'idrante. Solo così le teste di Ca... capisco. Ignoranti Rispondi a Leonebiancazzurro

  • Paola ha scritto il 07 marzo 2020 alle 07:43 :

    Il senso di onnipotenza giovanile in questo preciso momento storico stride con un buonsenso......figlio di vecchie generazioni.....ormai in disuso. È triste osservare lo scarso interesse per il proprio benessere e soprattutto per quello altrui. Rispondi a Paola

  • CP ha scritto il 07 marzo 2020 alle 07:10 :

    Questi sono i costi della democrazia quando il popolo che è sovrano e anche ignorante. Rispondi a CP

    Antonio Chieppa ha scritto il 07 marzo 2020 alle 08:08 :

    vuoi insinuare, che la democrazia è sbagliata? che solo una elite chich dovrebbe guidare la politica? Rispondi a Antonio Chieppa

    rucruc ha scritto il 07 marzo 2020 alle 10:10 :

    Non si possono governare le capre con la democrazia è una illusione. Con tutto il rispetto per le capre Rispondi a rucruc

  • franc ha scritto il 07 marzo 2020 alle 06:53 :

    servono forse le punizioni perchè siamo arrivati ad un punto tale che l'autorità non viene più riconosciuta, l'edonismo stupido e insignificante è ai massimi livelli per cui l'unico modo per farsi ascoltare è prevedere delle punizioni concrete Rispondi a franc

  • Giovanni Alicino ha scritto il 07 marzo 2020 alle 06:48 :

    Sono degli irresponsabili. Non si rendono conto della gravità della situazione. Non rispettando le norme emanate mettono a repentaglio l'incolumità di se stessi, della famiglia e della cittadinanza. Speriamo che quanto prima il commissario intervenga. Rispondi a Giovanni Alicino

    Riccardo Cicco ha scritto il 07 marzo 2020 alle 20:56 :

    Fatevi un giro, possibilmente senza entrare nei panifici-pizzerie alle 20, ci sono casi di presenza di almeno venti persone “adulte” a distanza di sicurezza di non piú di 10 centimetri uno dall’altro prima di fare tutti la morale ai ragazzi che almeno sono all’aria aperta. Che Dio c’è la mandi buona!!! Rispondi a Riccardo Cicco

    Ciccio Sgarb. ha scritto il 07 marzo 2020 alle 08:09 :

    Non mi stupisco. Magari il livello di scolarità non permette questa assunzione di responsabilità. Rispondi a Ciccio Sgarb.

    Roberto DI MARIA ha scritto il 07 marzo 2020 alle 07:45 :

    ma perchè? sono state emanate ordinanze comunali o prefettizie che vietino l'assembramento in aree pubbliche? mi sa di no, allora la colpa in primis va alle famiglie, che evidentemente non riescono a far capire quale sia la reale gravità della situazione Rispondi a Roberto DI MARIA

Le più commentate
Le più lette