L'aggiornamento

​Superati i 40 positivi ad Andria: in piena emergenza, troppe persone in giro

Urge un pugno di ferro da parte della gestione commissariale: stamattina assembramenti si sono registrati a Palazzo di Città, palazzo di vetro in piazza Trieste e Trento e presso il comando della Polizia Locale

Cronaca
Andria mercoledì 01 aprile 2020
di Sabino Liso
Tenda di pre-triage covid-19
Tenda di pre-triage covid-19 © n.c.

Andria fino a questi giorni avevano avuto un comportamento abbastanza rispettoso, ma complice la poca chiarezza nella gestione della presentazione della manifestazione d'interesse "buoni spesa - emergenza covid-19" per la gestione dei buoni alimentari destinati alle famiglie in difficoltà e una certa superficialità, pur se dettata dalla buona volontà, nelle collette alimentari di questi giorni, ha portato la città intera ad una situazione fuori controllo con assembramenti ovunque, quasi come se fosse una giornata “normale” quando invece siamo nel pieno dell’emergenza e proprio in questi giorni dovremmo essere ancora più prudenti. In altre città la gestione dei fondi per l'emergenza alimentare è stata più chiara e precisa: a fronte di criteri che non lasciano spazio a particolari interpretazioni, c’è stata una selezione naturale che ha portato ad evitare assembramenti presso Caf e uffici comunali.

Ad Andria, invece, stamattina si registravano assembramenti presso Palazzo di città, il palazzo di vetro di piazza Trieste e Trento e presso il comando della Polizia Locale: tutti che chiedevano lumi sulle modalità di assegnazione dei buoni; chi chiedeva il modulo, chi voleva solo informazioni a voce, ma in molti in barba alle disposizioni ministeriali sono usciti almeno in coppia se non con le famiglie al seguito. Oltretutto, si registra una carenza ormai gravissima di DPI a disposizione delle Forze dell’Ordine che, in aggiunta, impegnate a gestire questi flussi incontrollati, sono costretti a lasciare in parte sguarnito il territorio.

Urge un pugno di ferro da parte della gestione commissariale: non possiamo permetterci un picco di contagi proprio ora che sembrava si stesse stabilizzando la situazione. E se è vero che il Viminale ha concesso una “ora d’aria” a genitori e bambini, è vero anche che sarebbe stato più opportuno dal nostro punto di vista mantenere ancora la serrata per un paio di settimane almeno ed evitare di buttare all’aria tutti i sacrifici compiuti finora.

I casi andriesi di positivi al coronavirus intanto aumentano: nella notte appena decorsa numerose sono state le richieste di aiuto da parte di pazienti. Raggiunti e superati i 40 casi accertati. Questo dato dovrebbe far riflette sull’importanza di continuare a mantenere un atteggiamento prudente e soprattutto restare a casa.

Troppe famiglie in difficoltà non devono pagare ancora di più lo scotto di comportamenti superficiali e irrispettosi: conviene a tutti attenersi alle regole e superare quanto prima questo terribile periodo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 25 aprile 2020 alle 09:33 :

    La storia della "gente per strada" è stata smentita del tutto dall'Istituto superiore della Sanità proprio ieri. I contagi avvengono nell'ordine: nelle case di cura per anziani (42%), in casa tra familiari, negli ospedali e infine sul posto di lavoro. Il contagio "per strada" non è stato rilevato. Chi continua a cercare facili capri espiatori nella "gente per strada" dovrebbe leggere le cifre prima di parlare. Rispondi a Maria P.

  • salvatore pizzolorusso ha scritto il 14 aprile 2020 alle 07:28 :

    a proposito; perche il comune non spedische direttamente alle famiglie bisognose??? Rispondi a salvatore pizzolorusso

  • Antonio Chieppa ha scritto il 11 aprile 2020 alle 07:25 :

    Quanto panico, manco se gira la peste in Andria e crollano persone a terra come mosche. legge ferree, militari, tutti in preda al panico, nessuno ragione, anche dai terrazzi devono scendere, tutti rinchiusi in casa, e nel frattempo? 40 infettati e per la maggior parte in Ospedale, dove l'igiene e contenimento doveva essere al massimo, Ospedale metà chiuso. ma il contagio come avviene? circola per aria? come le radiazioni? e poi come accorgersene se uno è infettato? qui non viene fatto neanche un tampone, metodo sicuro per restringere la cerchia e mettere veramente in quarantena, no nessuno nel parco, fare jogging da soli, non in spiaggia no al castello, no agli asparagi, no alle case in campagna (e devo ancora potare gli alberi), vedo solo un panico in giro per cosa? multe salate questo si Rispondi a Antonio Chieppa

  • Angelo ha scritto il 09 aprile 2020 alle 12:38 :

    Ragionevolezza vuole che per riaprire tutti i luoghi chiusi destinati al pubblico, devono dotarsi di areazione a pressione negativa. Mentre prima l'aria entrava forzata, ora deve essere aspirata per effetto della pressione negativa L'aria in entrata deve essere ionizzata. Gli ambienti devono essere monitorati con indicatori disposti a dovuta distanza in rispetto alla tipologia di ambiente. Gli adeguamenti sono necessari per supermercati, cinema, mezzi di trasporto, anche per i taxi, ecc... Gli I. Pianti saranno certificati dall'installatore dove ne risponderà solidale e penalmente con l'utente del. Servizio. Multi-Cita Questo Messaggio L'avatar di gianc gianc ha detto: Oggi 14:33 Predefinito Re: La FASE 2 deve essere affrontata con criteri di ragionevolezza ? Citazione Originariame Rispondi a Angelo

  • Antonio Anelli ha scritto il 04 aprile 2020 alle 10:02 :

    Io farei fare il servizio civile obbligatorio come infermieri a questi incoscienti! Non per cattiveria, ma perché possano vedere e toccare con mano quello che significa essere in prima linea contro col Covid-19! Sono sicuro che dopo un solo giorno capirebbero bene la lezione!! Rispondi a Antonio Anelli

  • Angelo ha scritto il 03 aprile 2020 alle 12:14 :

    Sarebbe assurdo dirlo o, ma il problema principale è stato di sottovalutare il livello d'ignoranza della gente! Asurdo perché li stupido non è bcapace di capire il suo livello di stupidaggine! Sono tanti i soggetti pericolosi! ignoranti, stupidi, incoscienti, disgraziati privi delle grazievdel signore infine ci sono gli imbecilli sempre pronti a dare consigli alla superficialità. Se trovate un muro grande bianco utilizzate il carbone erscriveteu che il contagiato si avverte con sintomi dopo 15 giorni che sarebbe il tempo d'incubazione del virus. Quindi avvicinarsi o frequentare un amico o parente a distanza ravvicinata privo di sintomi, è rischioso! Tra l'altro ci sono soggetti asintomatici, contagiati, e che contagiano, ma non sono consapevoli di essere stati contagiati. Rispondi a Angelo

    Marco De Santis ha scritto il 12 aprile 2020 alle 17:17 :

    Bravo Angelo , ma va detto direttamente al quel sig. Chieppa Antonio che fa I SACCENTE A TEMPO PERSO, Rispondi a Marco De Santis

  • napolitano ciro ha scritto il 02 aprile 2020 alle 16:06 :

    buon giorno e da due mesi che non esco di casa ma stamane ho visto dal mio balcone gente grande che giocavano a tennis salutandosi con abbracci e via cosi come sempre vicino al circolo tenis un signore vendeva sacchi di fave e via una massa di persone guesto perche non girano i vigili bene ciao Rispondi a napolitano ciro

  • Luigi ha scritto il 02 aprile 2020 alle 14:23 :

    Secondo me l'esercito nn verrà mai in questa città, altrimenti succede una guerra vera e propria. Rispondi a Luigi

  • Ricdomy ha scritto il 02 aprile 2020 alle 12:11 :

    Io mi chiedo perché la città di Andria deve saltare sempre in prima pagina in modo negativo?? È l unico paese che non riesce ad osservare le regole importanti per la salute propria.. Un popolo di incoscienti.. Dobbiamo fare come nelle Filippine, che chi non osserva la quarantena viene sparato a vista?? Forza ragazzi, dimostrate di essere intelligenti, coscienziosi e rispettosi per voi stessi e per chi vi sta vicino, questa è una catena.... Rispondi a Ricdomy

  • Giuseppe di Stefano ha scritto il 02 aprile 2020 alle 08:53 :

    Aggiungo che si potrebbe in maniera semplice attivare una app. Su smartphone, obbligatoria per chi vuole uscire di casa, che tracci gli spostamenti ...come stanno già facendo altri comuni ....quindi senza inventarsi niente e senza autocertificazioni cartacee.... concordo sull'utilizzo dell'esercito come ultima soluzione. CONFERMO LA PRESENZA DI TANTE COPPIE IN GIRO NELLA GIORNATA DI IERI ANCHE SENZA MASCHERINE... Rispondi a Giuseppe di Stefano

  • Emanuele ha scritto il 01 aprile 2020 alle 22:03 :

    Io penso che sia ora che le regole vengano rispettate ancora di più, quindi credo che a breve chiederanno un supporto dell'esercito se noi tutti cittadini andriesi non ottemperiamo alle regole per sconfiggere questa pandemia. Rispondi a Emanuele

  • Michele Pascalitto ha scritto il 01 aprile 2020 alle 20:20 :

    Cosa ci aspettavamo, senso civico da una città che riempie tutti i giorni le pagine di cronaca regionale? Una vergogna. Io non mi meraviglio affatto. Secondo me NON è IGNORANZA, ma MENEFREGHISMO PURO, SENSO DI IMPUNITÀ. Ormai non si può fare più niente con la testa di persone che nascono quadrate. È inutile illudersi, sarà per sempre così. Rispondi a Michele Pascalitto

  • Daniele Capogna ha scritto il 01 aprile 2020 alle 19:47 :

    X colpa di altri ignoranti di merda paghiamo noi le conseguenze. Io sto a casa con i due mie figli . E sti pezzi di merda se ne vanno in giro weeee l bastard Rispondi a Daniele Capogna

  • domenico caggiano ha scritto il 01 aprile 2020 alle 19:07 :

    quando arriva l'esercito ? Rispondi a domenico caggiano

  • Stl ha scritto il 01 aprile 2020 alle 18:52 :

    Alle spalle di via Annunziata, traversa accanto al supermercato a sx non ci sono controlli! Una ciurma di ragazzi vicino ai box condominiali e gente che va e viene. Ed è così tutti i giorni e soprattutto quando piove. Alle 6 del mattino poi persone che vanno a correre si vedono (e si sentono )...Sarebbe opportuno girarle alle forze dell'ordine?Visto che bottiglie di alcolici e siringhe ogni tanto le troviamo lì al mattino.Grazie e scusate se mi sono permesso di comunicare per le cose che accadono dietro le nostre abitazioni 😣😣😣 Rispondi a Stl

  • Tiziana Leonetti ha scritto il 01 aprile 2020 alle 18:29 :

    Se si adottavano misure diverse, tutto ciò non sarebbe accaduto! Per non fare uscire le persone, bisogna creare un collegamento tra l'ente e la persona a casa! Anche tramite un numero di telefono , wootzap, etc..se non volete creare caos ed epidemia maggiore. Rispondi a Tiziana Leonetti

  • Anna liso ha scritto il 01 aprile 2020 alle 18:06 :

    La superficiata' di alcuni è dannosa per tanti...più denunce e più controlli... Rispondi a Anna liso

  • Michele Franco ha scritto il 01 aprile 2020 alle 17:33 :

    E' L'IGNORANZA, LA PEGGIOR MISERIA DELL' UMANITA'. Rispondi a Michele Franco

  • Leonebiancazzurro ha scritto il 01 aprile 2020 alle 17:05 :

    Oggi era prevedibile che il comune sarebbe stato preso d'assalto dalla gente che deve chiedere i buoni pasto. Siamo 100mila abitanti se un 10%deve fare la richiesta fate voi. Tranne se passano direttamente gli impiegati comunali dalle case dei cittadini. Rispondi a Leonebiancazzurro

    Maria ha scritto il 01 aprile 2020 alle 20:15 :

    Infatti...cosa pretendevano, che la gente a cui servono soldi sarebbe stata buona buona a casa? Organizzazione...0 Rispondi a Maria

  • Vincenzo ha scritto il 01 aprile 2020 alle 16:52 :

    State A CASA!!!!!!!!!! Rispondi a Vincenzo

  • Maria-Giovanna Lotito ha scritto il 01 aprile 2020 alle 16:23 :

    Buonasera, forse sarebbe opportuno precisare che il Viminale non ha "concesso un'ora d'aria" (la quale è ancora in valutazione da parte del comitato scientifico) ma che sia possibile fare due passi intorno a casa, per un solo genitore con il proprio figlio, solo in determinati e particolari casi legati a particolari aspetti, anche e soprattutto della vita dei bambini (faccio un esempio che possa aiutare a comprendere: i bambini autistici, piuttosto che quelli che hanno particolari disagi anche psichici o psicologici). La circolare è scritta in maniera tale da non creare dubbi e una corretta informazione implica che la stessa si faccia in maniera giusta. Per altro una circolare non può, non deve, non ha il potere di annullare/attenuare quanto previsto in un DPCM. Scusate la sintesi. Rispondi a Maria-Giovanna Lotito

    sabino cannone ha scritto il 01 aprile 2020 alle 18:39 :

    Neanche un DPCM può sostituire o annullare una legge costituzionale. Sapevano (quelli del governo compreso il D'Ambrosio), che si sarebbe creato il casino. Mattarella dov'è quando Conte firma di notte i DPCM?! Le mie libertà dopo 3 settimane di clausura o obbligo di soggiorno in casa , chi me li tutela? Mattarella voglio ricordale che Lei è stato tra i 15 giudici della Consulta che dichiarò illegittimi i parlamentari che le hanno dato la possibilità di essere eletto Presidente della Repubblica. Mattarella deve rivolgersi alla nazione a reti unificate e invocare l'art. 52 della Costituzione con ogni mezzo lecito e legittimo e non dare spazio ai DPCM. Rispondi a sabino cannone

    antonio chieppa ha scritto il 08 aprile 2020 alle 16:22 :

    Bravo Sabino, qui tutti a menare , chiamare deficienti e dimenticare che come dici da tre settimane sono a casa e meno male con rserva di viveri, ma vedo che manca organizzazione, informazione e la gente si stanca e deve pagare bollette altrimenti scade e affitti ed altro, dove i soldi promessi ? i buoni? . ma nessuno pensa alla Libertà privata ai soldi che non si guadagnano, ai tanti negozi chiusi, bambini che non escono da tre settimane, anziani soli a casa, ma a richiedere le forze dell'ordine, i militari, l'esercito, tra poco ci saranno manganellate sugli anziani alla posta e supermercati? io vedo e sento che la maggior parte si stà in casa, solo la minoranza deve andare giornalmente a fare spesa e sbrigare faccende. Situazione di merda e nel frattempo è Pasqua. Rispondi a antonio chieppa

    Antonio Loconte ha scritto il 01 aprile 2020 alle 17:36 :

    E' evidente che "un'ora d'aria" virgolettato è un gioco di parole che, se a maggior ragione in fase di valutazione, sarebbe opportuno un passo indietro da parte del Viminale... Rispondi a Antonio Loconte

  • Vincenzo Tucci ha scritto il 01 aprile 2020 alle 15:37 :

    Ad ANDRIA ci sono centri di accoglienza in grado di poter gestire una situazione emergenziale con mezzi che possano in maniera graduale adempire a tale esigenza!!percio affidarsi a loro è più sicuro Rispondi a Vincenzo Tucci

  • Anna tesse ha scritto il 01 aprile 2020 alle 14:53 :

    Forse se avremmo avuto un sindaco degno del suo ruolo, tutta qst confusione non ci sarebbe stata. Ormai Andria va allo sbaraglio purtroppo. Rispondi a Anna tesse

  • Linda ha scritto il 01 aprile 2020 alle 14:38 :

    quando la gente è stupida c'è poco da fare, unica soluzione sono i manganelli così forse capiscono Rispondi a Linda

  • Giuseppe vecchietti ha scritto il 01 aprile 2020 alle 14:07 :

    Giusto state a casa un po di pazienza Rispondi a Giuseppe vecchietti

  • Nicola Zotti ha scritto il 01 aprile 2020 alle 14:04 :

    Dovete fare le multe segnalare le persone che escono + di 2 volte al giorno e fare una bella multa leggera di 3000 euro Non vedo posti di blocco vedo solo carabinieri andare avanti è in dietro. Dovete fare posti di blocco a tutte le parti seno bloccate le strade tanto non è che possono uscire Vedo ancora troppe macchine avanti e in dietro. Non c’è bisogna che scrivete Andrà tutto bene Forza Italia 🇮🇹 Non penso che andrà bene se continuate a non rispettare le regole. Rispondi a Nicola Zotti

  • Addario Antonio ha scritto il 01 aprile 2020 alle 13:42 :

    A proposito di assembramenti un'idea che si potrebbe fare e come le pensioni in base alla lettera di cognome .comunque la mattina la gente è tanta Rispondi a Addario Antonio

  • Rosa Del Giudice ha scritto il 01 aprile 2020 alle 13:15 :

    Perché tante persone si sono mosse per ottenere chiarimenti sui bonus alimentari, dando origine ad assembramenti? Se è mancata la chiarezza, si può porre rimedio? Tuttavia, al di là di questa situazione, parecchia gente, come se si fosse liberata da un incubo, questa mattina circolava, mettendo a repentaglio la propria e l'altrui salute. Possibile che non si riesca a elaborare un concetto così elementare? Rispondi a Rosa Del Giudice