Il fatto

Torna l’incubo Covid in città, contagiato un giovane andriese

Tra i positivi della Bat segnalati oggi. Dopo gli assembramenti incontrollati dei giorni scorsi, ora il giro di vite

Cronaca
Andria mercoledì 20 maggio 2020
di La Redazione
Assembramenti in piazza Duomo
Assembramenti in piazza Duomo © nc

Dopo giorni in cui i numeri sembravano essere rassicuranti, un nuovo contagio nella nostra città: si tratta di un ragazzo poco più che ventenne che ieri sera si è recato presso il pronto soccorso dove è stato sottoposto a tampone, risultato poi positivo al Covid nella mattinata di oggi.

Si interrompe così la striscia degli zero casi che erano stati registrati nelle ultime due settimane: il nuovo contagio corrisponde nei tempi proprio alla generale “libertà” con cui ad Andria è stata interpretata la fase 2.

Infatti in questi giorni tante segnalazioni di assembramenti in piazza, feste private, passeggiate a gruppi senza curarsi di indossare mascherine o di mantenere le distanze sono giunte alla redazione: questo è il primo caso positivo che deve far riflettere molti.

Ricordiamo infatti che una nuova diffusione del contagio è facile e perfino più pericolosa della prima ondata: non solo tante persone patirebbero dal punto di vista sanitario, ma, lo abbiamo già detto, anche le attività commerciali potrebbero non reggere il colpo di nuove chiusure.

Inoltre raccomandiamo il rispetto delle regole, in primis del distanziamento sociale, ma anche dell’isolamento per chi rientra da Regioni diverse

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Luigi ha scritto il 22 maggio 2020 alle 11:56 :

    A controllare la febbre quasi Nessuno, pensano che quel aggeggio e un giocattolo ma nn hanno capito un tubo. Rispondi a Luigi

  • Angela ha scritto il 22 maggio 2020 alle 09:10 :

    Buongiorno siamo bravi a dare la colpa agli altri ....il buon senso non esiste? Rispondi a Angela

  • Angela Giglio ha scritto il 21 maggio 2020 alle 22:39 :

    Purtroppo l'incoscienza di queste persone superficiali, mette a repentaglio la vita di molti. Andrebbero sanzionati. Rispondi a Angela Giglio

  • Andreina Carrassi ha scritto il 21 maggio 2020 alle 16:16 :

    Bene qualcuno lo dica a chi ritiene che dal 3 giugno non serve più denunciare gli spostamenti all'asl né il periodo di quarantena dei 14 giorni. Prevedo luglio e agosto in lockdown Rispondi a Andreina Carrassi

  • Domenico Matera ha scritto il 21 maggio 2020 alle 14:33 :

    Ottimo,,,si riaprono le danze!!! Rispondi a Domenico Matera

  • Riccardo siriano ha scritto il 21 maggio 2020 alle 13:17 :

    Ma le forze dell'ordine dove stanno la sera quando sul viale della villa, viale Crispi, corso Cavour . dove dovrebbe essere vietato assembramenti ,e circolazione di bici assistite che ti sfiorano a velocità pazzesca.Si sono sentiti potenti solo quando c'era la caccia all'uomo ,se questa città non cambia nulla forse un po'di colpa è anche loro Rispondi a Riccardo siriano

  • Concetta lorizzo ha scritto il 21 maggio 2020 alle 12:46 :

    Alle autorita perche non controllate adesso la povera gente che ha bisogno di lavorare non deve nel modo piu sssoluto pagare le conseguenze . Rispondi a Concetta lorizzo

  • Guido Lavespa ha scritto il 21 maggio 2020 alle 12:20 :

    La M...andria e' di nuovo scappata dal recinto. Questo numero 32330 che cresce ogni giorno non vi dice nulla. Abbiate rispetto per tutti i morti che abbiamo subito, tra i più alti in Europa...ma che ve lo dico a fare. Popolo bue svegliatevi. Rispondi a Guido Lavespa

  • Compaesana ha scritto il 21 maggio 2020 alle 11:37 :

    Perché dovete fare gli ipocriti? In cattedrale, Corso Cavour, ci siamo andati tutti! Anche chi non è andato a suo modo non ha seguito le regole. Il problema non siamo noi, il governo ha solo dato fiducia al buon senso degli italiani che non è mai esistito. Io so solo che dopo due mesi a dormire e studiare, senza avere rapporti sociali, si impazzisce! Quindi è inutile nascondersi criticando i ragazzi nullafacenti, drogati, stupidi e irresponsabili. E se la gioventù era riunita in Piazza Duomo, anche quelli che hanno fatto la foto erano facevano assembramento! Quindi basta, non ha senso incolpare noi ragazzi, senza sapere come sia realmente avvenuto il contagio del ragazzo vent'enne. Rispondi a Compaesana

    Antonio di nicola ha scritto ieri alle 13:10 :

    Compaesani cio che le dice e basato solo sul fatto che manca il buon senso do dicono tutti e tutti lo sanno il comportamento che ognuno di noi dovrebbe avere anni fatto foto bene però se manca la base e il rispetto sociale ieri i visto in via montegrappa dopo l'ex bar pop polizia i militari che transitavano a 300 metri dietro le pattuglie un bel gruppo di buffoni con bici motore tre senza mascherina e facevano i buffoni li perdoniamo perché anno fatto la quarantena no è mancanza di responsabilità civile tutti sappiamo come ci si comporta a quell gruppo 400 euro di multa a testa sarebbero strati pochi senza citare altri casi di inciviltà se peggiora la situazione non serve piangere chiusura totale di tutto grazie ai signori che dopo la quarantena si riprende peggio di prima Rispondi a Antonio di nicola

    Leonardo Matera ha scritto il 22 maggio 2020 alle 13:30 :

    Ma lei come si permette di fare queste generalizzazioni? Io rispetto le regole e mi aspetto legittimamente che lo facciano gli altri, anche lei. Si chiama senso civico. Il buon senso esiste, ma è soffocato da quelli che non ce l'hanno. Le ricordo inoltre che per fare una foto è sufficiente un telefonino, non un gruppo non distanziato di telefonini. Rispondi a Leonardo Matera

  • Compaesano ha scritto il 21 maggio 2020 alle 11:17 :

    Sarei davvero curioso di vedere la voglia e la volontà di rimanere in casa di chi commenta, come quella di chi qui scrive, a vent'anni. Io non ho più vent'anni e la quarantena mi è scivolata sulla pelle, visto che grazie a Dio ho sempre lavorato. Ma quanta tristezza provo a vedere mio figlio privato di una parte importante della sua vita, l'aver lasciato definitivamente i sui amici dell'asilo senza un saluto, quelli che sono stati i suoi primi rapporti con la società. Non scambiamo intraprendenza adolescenziale con qualcosa di quasi criminale. Abbiamo e stiamo pagando tutti, è corretto, ma non diciamo che sia uguale per tutti. Rispondi a Compaesano

    Leonardo Matera ha scritto il 22 maggio 2020 alle 13:22 :

    Nessuno ha detto che non si possa uscire. Si può farlo, ma è necessario il distanziamento. Lei scambia l'intraprendenza con l'incoscienza adolescenziale, alla quale, di solito, pongono freno i genitori. Ha sempre funzionato così. Rispondi a Leonardo Matera

  • Antonio Anelli ha scritto il 21 maggio 2020 alle 10:40 :

    Avevo scritto su queste pagine che non mi risulta che l'OMS avesse dichiarato sconfitto il Covid-19, ed infatti... Rispondi a Antonio Anelli

    Michele Di Schiena ha scritto il 21 maggio 2020 alle 20:42 :

    Ritengo di dover precisare che la mia precedente era una risposta al commento di Vincenzo e non a quello di Antonio Anelli. Rispondi a Michele Di Schiena

    Michele Di Schiena ha scritto il 21 maggio 2020 alle 12:25 :

    Perché la colpa deve essere per forza di qucun altro? Ognuno, ormai, avrà sentito parlare del covid19, delle vittime che ha provocato e dei disagi sociali ed economici che ha comportato, delle misure adottate e da adottare per contenere il contagio. E allora spetta a ciascuno comportarsi responsabilmente nei propri e, soprattutto, nei confronti degli altri, non eludendo le norme e non demandando agli altri, sentendosene inspiegabilmente esonerati, il dover fare dei necessari sacrifici. È questione di educazione, non necessariamente di repressione. Abbiamo parlato ai nostri figli o abbiamo lasciato che, poverini, andassero a divertirsi senza regole, dopo tanto tempo di isolamento? Ognuno, per primo, faccia la propria parte! Rispondi a Michele Di Schiena

  • vincenzo ha scritto il 21 maggio 2020 alle 09:26 :

    paghiamo il fatto di non avere un sindaco eletto ma un commissario che pensa solo al suo "compitino", non ha nessun interesse per la città, non è nemmeno la sua. Rispondi a vincenzo

  • Pastore Agostino ha scritto il 21 maggio 2020 alle 07:57 :

    Si sapeva che andava a finire così,dopo lo schifo che sta in giro,complimenti x l’ignoranza... Rispondi a Pastore Agostino

  • Patrizia Milano ha scritto il 21 maggio 2020 alle 07:51 :

    Non ci sono controlli .... Andrebbero vietate le passeggiate ... è ancora presto . I locali di ritrovo dovrebbero chiudere alle 19 non oltre. Mi chiedo cosa stia aspettando Emiliano ... Che incosciente! Così si rischia un nuova drastica chiusura ..... Assurdo. Rispondi a Patrizia Milano

  • Rossella Selvarolo ha scritto il 21 maggio 2020 alle 07:46 :

    Dalla "movida" alla "covida" il passo è breve... Mi chiedo dove siano gli addetti ai controlli serrati della Fase 1... Rispondi a Rossella Selvarolo

  • Claudia Lomuscio ha scritto il 21 maggio 2020 alle 06:33 :

    Sempre detto di mantenere la distanza me se ne fregavano Rispondi a Claudia Lomuscio

  • Immacolata Berardino ha scritto il 21 maggio 2020 alle 05:34 :

    Non hanno capito niente!!! Si rischia la vita e si piange miseria!!! Rispondi a Immacolata Berardino

  • MIRVEN77 ha scritto il 21 maggio 2020 alle 05:29 :

    I gestori dei locali hanno bisogno di soldi e della salute delle persone se ne fregano. Tutto qui la triste verità. Cominciamo a chiudere i locali alle 22:00 Poi vediamo. Rispondi a MIRVEN77

  • Giuseppe vecchietti ha scritto il 21 maggio 2020 alle 04:34 :

    Mancano i controlli io vedo questi giorni muratori che vengono dal Piemonte e poi ripartono dopo 2 giorni senza controlli e senza fare tamponi ke sckifo Rispondi a Giuseppe vecchietti

  • Lucy ha scritto il 20 maggio 2020 alle 21:22 :

    Non è meglio mettere dei controlli dove ci sono assembramenti???? Altrimenti ricominciamo come se tutti gli sforzi fatti, nn sarebbero serviti a nulla. Usate la testa.... Rispondi a Lucy

  • Riccardo sgaramella ha scritto il 20 maggio 2020 alle 20:46 :

    Mi dispiace per quello che sta succedendo perché vuol dire che in2 mesi chiusi in casa come ergastolani non è servito a capire l'importanza di stare attenti a non ricascare nel baratro.. cmq tutti i vigili, poliziotti, carabinieri e finanzieri che fino a qualche giorno fa si sentivano come il padreterno.. dove sono finiti.. non dico di multare questi trasgressori.. perché già siamo messi male,ma almeno dare un indirizzo alla gente nel modo di comportarsi.. noi siamo come le pecore.. senza un pastore siamo sbandati.. Rispondi a Riccardo sgaramella

  • Mimmo Campanale ha scritto il 20 maggio 2020 alle 20:37 :

    Si interviene sempre tardi. Perché riaprire i pub e soprattutto i distributori automatici 24 ore su 24 senza nessun controllo da parte dei gestori. Non basta mettere un avviso di entrare uno per volta per fermare una massa di elementi che non pensano alle conseguenze o peggio ancora se ne fottono. Una ricaduta sarebbe catastrofica. Speriamo bene e hai genitori dico di chiedersi dove stanno i figli fino a tarda ora di questi tempi. Rispondi a Mimmo Campanale

  • Flora ha scritto il 20 maggio 2020 alle 20:29 :

    Bravi complimenti imbecilli... Qando lo capirete? Ora qesto in casa avrà contagiato la famiglia, la famiglia voglio sperare ke ha usato precauzioni qando è uscita...sennò siamo nei guai.. Rispondi a Flora

    Compaesano ha scritto il 21 maggio 2020 alle 12:31 :

    Tira fuori le "U" dopo la Q e rimani in casa Rispondi a Compaesano

  • Luigi ha scritto il 20 maggio 2020 alle 19:45 :

    Se continuiamo così mi sembra che piangeremo tutti Rispondi a Luigi

  • Michele Franco ha scritto il 20 maggio 2020 alle 19:00 :

    A CHI VANNO DATI I "COMPLIMENTI"????!!! Rispondi a Michele Franco