La denuncia di un residente

Attacchini incivili?

Manifesti tolti dalle plance comunali e gettati per terra tra le sterpaglie ed i rifiuti

Cronaca
Andria venerdì 31 luglio 2020
di La Redazione
Attacchini incivili?
Attacchini incivili? © AndriaLive

Considerarsi una persona civile non sempre corrisponde alla certezza di essere una persona civile. Talvolta serve una “tiratina d’orecchie” per redimersi e mettere in pratica meglio il concetto di civiltà.

È giovedì 30 luglio, in via Ceruti, mattina presto ma il caldo è già oltre l’asticella… ciò però non giustifica la scelta dell’attacchino di turno di lasciare i manifesti che sono stati appena tolti dalle plance comunali in brutta vista per terra, tra le altre cartacce e qualche rifiuto ingombrante lasciato lì da altri “in-civili”. Vorremmo pensare che nel frattempo qualcuno si sia prodigato per passare sul luogo del "delitto" e rimuovere le tracce del misfatto.

Essere civili dovrebbe considerarsi un atteggiamento piuttosto che un dovere, bisogna altrettanto comprendere che, nel mettere in pratica atteggiamenti corretti va a beneficio di tutti.

Essere civili significa rispettare gli altri e il mondo che ci circonda. Il senso di civiltà si sposa con il concetto di educazione, di etica e, spesse volte, di estetica (che non guasta mai).

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mimmo Campanale ha scritto il 31 luglio 2020 alle 14:35 :

    Iniziamo a multare chi sporca, ma sul serio. Diventeremo tutti Civili. Iniziamo ad Amare e Rispettare la nostra Città e non solo la nostra mattonella Rispondi a Mimmo Campanale