La novità

Scuole chiuse, Lopalco: «La primaria potrebbe tornare in classe già dalla prossima settimana»

Questo pomeriggio l'assessore alla sanità pugliese, Lopalco, parlando a Sky ha fatto intravedere uno spiraglio per una possibile riapertura - almeno delle scuole elementari - prima del 24 novembre

Cronaca
Andria venerdì 30 ottobre 2020
di La Redazione
Lopalco
Lopalco © n.c.

Da oggi, su ordinanza della Regione, nelle scuole pugliesi è sospesa la didattica in presenza. Questo pomeriggio, però, l'assessore alla sanità pugliese, Lopalco, ha fatto intravedere uno spiraglio per una possibile riapertura - almeno della primaria - prima del 24 novembre.

«Stiamo studiando soluzioni che già dalla prossima settimana potrebbero permettere ai bambini più piccoli delle scuole elementari di riprendere» ha dichiarato Lopalco nella trasmissione Timeline su Sky TG24.

«L'impatto del mondo della scuola sui nostri servizi territoriali è stato importante: richieste di certificati, richieste di tamponi, isolamenti. Migliaia di studenti forzatamente a casa perché in quarantena. Dovevamo quindi tutelare la salute pubblica» ha affermato l'assessore regionale. «Le elementari saranno le prime a riprendere. Speriamo di poterlo fare presto, anche in accordo con i pediatri e con il mondo della scuola» ha ribadito. «Noi abbiamo un piano per fare tamponi rapidi e di conseguenza riammissioni più rapide a scuola. Un modo per evitare la burocrazia che c'è dietro una richiesta di tampone-certificazione. Centinaia, migliaia di queste richieste ingorgano tutto il sistema di contact tracing. I dipartimenti di prevenzione non possono lavorare all'80 per cento del loro tempo».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Stl ❤ ha scritto il 30 ottobre 2020 alle 19:00 :

    Decidetevi! Chiuse aperte...Dopo i libri un'altra spesa addosso alle famiglie, intendo PC e internet a casa.😡.Ci avete stufato! Rispondi a Stl ❤

  • Angelo ha scritto il 30 ottobre 2020 alle 16:09 :

    Non si de avete interpretato, Oppure vi ha preso per i fondelli! Visto la situazione che è alquanto pericolosa! Rispondi a Angelo