La nota

La quarantena con gli occhi degli studenti. Anche il “Carafa” nel progetto del libro fotografico

​​​​​​​Il libro è composto da una serie di scatti che sintetizzano il senso degli studenti per la quarantena. E tra queste giovani leve c’è anche Raffaele Zingaro, 18enne in procinto di diplomarsi

Cultura
Andria venerdì 09 aprile 2021
di La Redazione
athome
athome © n.c.

“At home. La quarantena attraverso gli occhi degli studenti”. È il titolo di un libro che ha visto la partecipazione e l’impegno dell’IISS “Ettore Carafa”. Un libro speciale, che racconta la strana e necessaria mescolanza dell’ambiente casa e di quello scuola. Ma non è solo questo. È un libro che esprime tutto ciò attraverso gli occhi dei ragazzi, il loro pensiero fotografico.

Il libro è composto da una serie di scatti che sintetizzano il senso degli studenti per la quarantena. E tra queste giovani leve c’è anche Raffaele Zingaro, 18enne in procinto di diplomarsi nell’Ites-Les “Carafa”. Le foto di Raffaele si chiamano emblematicamente “Fantasmi”. I personaggi immortalati infatti non hanno un profilo nitido, ma sono fermati nel cuore dei loro movimenti. Ne vien fuori il tipico sfumato che non può essere un fermo immagine, ma un “fermo azione”. Tutto ciò in bianco e nero. La quarantena infatti non può avere colori e non può possedere il valore di un’azione compiuta. È un istante, un lungo istante, che rallenta movimenti ed emozioni, senza però frenarle del tutto. Quei gesti abbozzati, quindi, sono un principio di libertà. Una volontà di autodeterminazione.
 

«Siamo orgogliosi del lavoro di Raffaele – afferma Vito Amatulli, dirigente scolastico dell’IISS “Carafa” – perché crediamo nel talento dei giovani e nel ruolo della scuola. Nella nostra filosofia c’è la valorizzazione delle qualità dei ragazzi, la coltivazione della loro personalità artistica ben oltre i banchi delle aule o la scrivania di casa, visto che nell’ultimo anno la didattica a distanza è stata padrone delle vite di docenti e discenti. Noi guardiamo avanti, con fiducia».

Il lavoro, che ha visto il coinvolgimento anche dell’IISS “Garrone” di Barletta e dell’ISS “Dell’Olio di Bisceglie”, è stato coordinato dall’associazione “Cacciatori d’ombra”, che da molti anni opera nell’ambito della fotografia nel territorio.

Il volume “At home. La quarantena attraverso gli occhi degli studenti” è stato pubblicato il 30 marzo, è distribuito in versione e-book e cartacea. È un piccolo gioiello e una riflessione profonda. Da leggere e soprattutto da guardare.

Lascia il tuo commento
commenti