Il resoconto

La scuola ci salverà: la "Vaccina" in diretta streaming con Dacia Maraini

«Una riflessione sul sistema scolastico, sulle scuole di eccellenza che abbiamo nel nostro paese, più numerose di quello che pensiamo, nonostante le difficoltà e gli impedimenti, sul ruolo fondamentale degli insegnanti»

Cultura
Andria domenica 02 maggio 2021
di La Redazione
La scuola ci salverà: la
La scuola ci salverà: la "Vaccina" in diretta streaming con Dacia Maraini © n.c.

Un’occasione formativa per tutti: un incontro online con la scrittrice Dacia Maraini.

«La scuola media Vaccina – commentano i docenti - è stata l’unica scuola secondaria di primo grado insieme agli istituti superiori ad incontrare in diretta streaming Dacia Maraini. La scuola ci salverà ...ma dobbiamo crederci questo il messaggio ai nostri studenti. La scuola Vaccina sempre in prima linea in queste attività ed esperienze che rendono i suoi studenti protagonisti attivi della formazione è stata coinvolta in questa riflessione sull’importanza della scuola. Indirizzo perseguito dalla nostra Dirigente Francesca Attimonelli e da alcuni docenti che hanno motivato e interagito con la scrittrice».

Coinvolti i docenti Prof.ssa Addolorata Guglielmi e la classe 2 I, Prof. Bartoli e classe 3 L, Prof.ssa De Nicolo con classe 3 B, Prof.ssa De Palma e classe 2 L, Prof.ssa Di Ruvo e classe 2 A, Prof. Pellecchia e classe 3 G.

«Una riflessione dell’autrice sul sistema scolastico, sulle scuole di eccellenza che abbiamo nel nostro paese, più numerose di quello che pensiamo, nonostante le difficoltà e gli impedimenti, sul ruolo fondamentale degli insegnanti, sul rapporto tra questi e gli studenti, che stupiscono e spiazzano per quanto sono capaci di dire, di battersi e di contare per lo sviluppo del Paese. E accanto alla parola scuola, legate ad essa in maniera imprescindibile, Dacia Maraini, pronuncia altre parole: futuro e identità, ma anche solidarietà ed immaginazione, segni di vitalità e ricchezza di pensiero».

Nel suo ultimo saggio pubblicato da Solferino, Dacia Maraini raccoglie decine di articoli e di racconti scritti negli ultimi 30 anni e dedicati a un'istituzione che paga più di altre lo scotto della pandemia. Dal bisogno di investire nell'acquisto di computer per tutti gli studenti al ricordo della sua adolescenza dietro al banchi, ecco cosa ha raccontato

La scuola ci salverà. Dacia Maraini ne è talmente convinta da scegliere di titolare il suo nuovo saggio pubblicato da Solferino curato da Eugenio Murrali, un compendio di articoli e racconti brevi pubblicati sui quotidiani e sulle riviste negli ultimi trent’anni, proprio così: La scuola ci salverà. Cercare di risollevare le sorti di un’istituzione che Maraini considera il metronomo del progresso di qualsiasi Paese del mondo è, infatti, la sfida più grande che il governo italiano sta cercando di sanare dopo lo scoppio della pandemia, quando l’entusiasmo e la vitalità degli studenti che la scrittrice incontrava in presenza in più di un’occasione si è appiattita dietro lo schermo luminescente e claustrofobico della Didattica a Distanza, costringendo i ragazzi e gli insegnanti a ingegnarsi per cercare di ritrovare quello che oggi sembra sempre più lontano e opaco: il contatto. I ragazzi le hanno inviato pensieri e proprie considerazioni sul periodo difficile vissuto in Dad e DDI. Hanno ascoltato con immenso interesse le parole della scrittrice e mostrato la loro speranza in un futuro e un domani migliore.

Lascia il tuo commento
commenti