Le foto

"Amor vincit omnia", il murale dell'accoglienza in via Quarti

L'opera d'arte firmata da Daniele Geniale e Roberta Fucci è una risposta secca ai tanti pensieri disarticolati e infami che si leggono sui social. Da oggi anche sul muro di Casa Accoglienza S. M. Goretti

Cultura
Andria lunedì 04 febbraio 2019
di Sabino Liso
"Amor vincit omnia", il murale dell'accoglienza in via Quarti © n.c.

"Amor vincit omnia": un omaggio all'amore che da sempre accomuna tutti gli uomini e una risposta fatta di immagini ai tanti, troppi commenti che continuano a disseminare odio razziale, sui social soprattutto. È questo in sintesi il messaggio realizzato, originariamente, nell’ospedale Bonomo di Andria e presso il laboratorio urbano Ex Fadda a San Vito dei Normanni e poi replicato, domenica 3 febbraio, anche sul muro di Casa Accoglienza S. M. Goretti dagli stessi protagonisti della straordinaria opera d’arte, gli street artist andriesi Daniele Geniale e Roberta Fucci. Un luogo, quest'ultimo, connotato di una forte carica simbolica sui precedenti poiché è il muro di una casa in cui, quotidianamente, si pratica l'accoglienza indistintamente a tutti coloro che versano in situazioni di bisogno.

Un'idea, nata da Emanuele Sgarra (caposala del reparto di rianimazione del nosocomio andriese) che ha fatto da ponte tra i due artisti del collettivo Callicut e la casa di Acc. S. M. Goretti.

Gli artisti andriesi prendono una posizione seria rispetto alla realtà e lo fanno affidandosi alla forza delle immagini.

«Vivere al Sud, in questo periodo in particolare, è dal mio punto di vista, abbastanza paradossale - commenta Daniele Geniale del collettivo Callicut -. Mi sento circondato da persone che osannano chi fino al giorno prima gli sputava dietro e penso che forse il problema non sono le idee in sé, ma i valori. In questa situazione avrei attaccato direttamente i simboli di quelle idee, facendo lo sporco gioco di chi, di domenica mattina allestisce banchetti in centro a favore di quella stessa gente che gli sputava dietro e che probabilmente continua a farlo.

Lavorare sui valori è molto più difficile che attaccare i simboli e generare ciò che mi è sempre piaciuto: uno scontro. Oggi lo scontro non ha più regole, codici o rappresentanti degni di veicolare idee nella dialettica. Oggi lo scontro lo fanno tutti, con la bava alla bocca e le dita sulla tastiera. Non mi interessa. Me ne sottraggo.

Non smetterò mai di esprimere quello che sento e quello che penso attraverso i valori. Su quelli si misura molto meglio l'incoerenza di chi forse un giorno si chiederà come sia stato possibile arrivare fino a questo punto.
Amor Vincit Omnia di Callicut da oggi è impresso nelle vie del cuore della mia città».

«Omnia vincit amor et nos cedamus amori” - L'amore vince tutto, e noi cediamo all'amore ...non ci ruberanno l’amore - traduco la locuzione latina e ringrazio i due giovani artisti che hanno realizzato l'opera in via Quarti - commenta don Geremia Acri - un'opera che richiama fortemente tutti noi al grande valore della cultura cristiana, quella di amare e accogliere l'altro».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette