L'appuntamento con "IL caffé della parola"

Ad Andria don Gianni De Robertis, il direttore della Fondazione Migrantes

Questa sera alle ore 19:30 presso Casa Accoglienza “S. Maria Goretti”, via Quarti, 11 - Andria

Cultura
Andria lunedì 15 aprile 2019
di La Redazione
Il caffè della Parola ospita don Gianni De Robertis, Direttore della Fondazione Migrantes della Cei
Il caffè della Parola ospita don Gianni De Robertis, Direttore della Fondazione Migrantes della Cei © nc

"Il caffè della Parola – dalle parole al Verbo”, promosso dall’Ufficio Migrantes della nostra Diocesi di Andria in collaborazione l'Associazione di volontariato Salah, ospita per il terzo appuntamento don Gianni De Robertis, Direttore della Fondazione Migrantes della Conferenza Episcopale Italiana. Con il responsabile della fondazione Migrantes si approfondirà il tema della prossima giornata mondale del Migrante e del Rifugiato: “non si tratta solo di migranti” - quando le parole hanno un senso ed un peso.

«Oggi più che mai viviamo in una società dove le parole subiscono digressioni volontarie finalizzate a fomentare le masse e, comunque, a creare consenso. Eppure, se tutte le scelte venissero affrontate sotto una guida ponderata e coerente, non farebbero così paura. Allora, per poter parlare e quindi affrontare tematiche che ci vedono, ogni dì, coinvolti come cristiani dovremmo farci guidare dalla forza delle parole e dalla valenza della Parola - commenta don Geremia Acri -.

Se lasciamo che Dio con la sua Parola, illumini tutti gli ambiti delle nostra vita su questa Terra, allora i mutamenti non ci faranno più paura e cominceremmo a “vedere” con gli occhi della Verità e della Giustizia.

Con il “Caffè della Parola” vogliamo riportare al centro di tutto la Parola di Dio. Comprendere i danni causati dalla sua assenza nei vari ambiti della nostra esistenza, nell’uso dei mezzi di comunicazione e nelle relazioni fra gli uomini e le donne».

Appuntamento a questa sera alle ore 19:30 presso Casa Accoglienza “S. Maria Goretti”, via Quarti, 11 - Andria


Lascia il tuo commento
commenti