La serie di eventi ambientata nell'agriturismo "Dolce Luna"

Daniele Geniale e Roberta Fucci al Fuori Salone di Milano

"​Hanno ragione i bambini": ritratti di protagonisti giovanissimi di film come “Ladri di biciclette” o “Sciuscià” elaborati dalle mani sapienti del collettivo Callicut su grandi vetrate

Cultura
Andria venerdì 19 aprile 2019
di La Redazione
Daniele Geniale e Roberta Fucci al Fuori Salone di Milano
Daniele Geniale e Roberta Fucci al Fuori Salone di Milano © Andrea Lops e Cecilia Casabona

"Hanno ragione i bambini". Questo è il titolo della performance di Daniele Geniale e Roberta Fucci uniti nel progetto Callicut per "Officina delle idee", un format dinamico ideato da Nuova Piattaforma per il Fuorisalone 2019 ovvero l'insieme degli eventi distribuiti in diverse zone di Milano che avvengono in corrispondenza del Salone Internazionale del Mobile. Non un evento fieristico, il Fuorisalone è nato spontaneamente nei primi anni '80 dalla volontà di aziende attive nel settore dell'arredamento e del design industriale fino ad espandersi a molti settori affini, tra cui automotive, tecnologia, telecomunicazioni, arte, moda e food.

La serie di eventi che ha visto protagonisti anche i nostri due concittadini è stata ambientata nell'agriturismo "Dolce Luna" a Milano, una location alternativa a quelle tipiche del salone del mobile e della design week di Tortona e Brera.

Al quesito circa la funzione della leggerezza e la sua forma nel contesto del design sostenibile e della cultura, la risposta è stata un'opera realizzata live and direct durante le attività previste per il ciclo di incontri “Officina delle idee”.
Il progetto ha visto la realizzazione di un dipinto di grande formato su vetro, totalmente in linea con il concept in questione. «Mentre dipingevamo – raccontano Daniele e Roberta -, all'interno della serra si stava tenendo un workshop di design dei sistemi sul food waste, oltre all'esposizione di prodotti di designer internazionali e all'esibizione di Riccardo Roveda, un compositore pianista che ha allietato il tramonto.

“Hanno ragione i bambini”
affonda le sue radici in una riflessione che parte dall’idea del gioco e della spensieratezza dei bambini e si diffonde a più campi della cultura e della società in generale, attraverso il ruolo che molti di loro hanno avuto nel cinema neorealista. Leggerezza è immediatezza e a tal proposito i più piccoli rappresentano il veicolo più diretto per parlare di società in toto, senza filtri “adulti” e con l’immediatezza del cinema neorealista che ha fatto scuola in tutto il mondo.
Ritratti di protagonisti giovanissimi di film come “Ladri di biciclette” o “Sciuscià” appariranno in un flusso in cui la calligrafia fungerà da trait d'union tra il significato dell’opera (in base al contenuto dei testi scritti) e l’estetica della stessa».

Dipingendo e calligrafando, sulla decina di metri delle vetrate, Daniele e Roberta hanno aggiunto un'altra importante tessera al mosaico di esperienze ed eventi nel loro già ricco curriculum artistico e professionale. E questo è uno di quelli che contano! Esperienze che arricchiscono, contaminano e formano. Danno valore al tempo e ne aggiungono dell'altro al tempo che verrà.



Lascia il tuo commento
commenti