Intervengono Maria Antonietta e Alessandro Fattibene, Mirella Caldarone e Vincenzo D'Avanzo

"Andria inedita": per la prima volta la proiezione di filmati esclusivi girati negli anni 50/60

Un omaggio a Nicola Fattibene che ha lasciato in eredità un patrimonio storico cinematografico di inestimabile valore. Il 30 aprile alle ore 18.30 presso la sala conferenze del chiostro San Francesco

Cultura
Andria sabato 20 aprile 2019
di Sabino Liso
la locandina dell'evento - Andria Inedita
la locandina dell'evento - Andria Inedita © AndriaLive

Martedì 30 aprile 2019 è una data importante per la città di Andria. La sala conferenze del chiostro San Francesco farà da cornice, a partire dalle ore 18.30, alla realizzazione del convegno “Andria inedita – edizione Cinericordi di Nicola Fattibene” – realizzato dall’Agenzia di Comunicazione Media E20 in collaborazione con il centro studi “Don Riccardo Zingaro” e la fondazione “Onofrio Jannuzzi” e con il patrocinio morale della città di Andria.

Il patrimonio storico cinematografico che Fattibene ha lasciato ha in sé una rilevanza storica inenarrabile per la nostra città: una cineteca che documenta in maniera certosina innumerevoli eventi e storie di vita quotidiana di grande valore che vanno dal 1950 in poi.

Parliamo degli anni del dopoguerra, dove tutto era da reinventare: nelle nostre case non c’era ancora la televisione arrivata poi nel 1955 eppure, il dottor Fattibene – farmacista di professione e cineoperatore per passione - faceva quello che oggi noi chiamiamo il “reporter” filmando tutto ciò che accadeva nella sua amata città. Circa 140 i titoli nella cineteca gelosamente custodita dai suoi figli e alcuni passaggi significativi, accuratamente selezionati, saranno proiettati durante in convegno.

È giunto dunque il momento di mettere al corrente Andria e i sui cittadini dell’esistenza di questo patrimonio storico di rilevante importanza, e per fare questo, Alessandro, figlio del dottor Fattibene, ha trasferito tutti i documentari dalla pellicola 16mm al digitale. Un lavoro paziente durato più di un anno, documenti che testimoniano la consegna delle terre ai contadini nell’ambito della “riforma agraria del 1951”; l’arrivo della prima locomotiva in città; Monsignor di Donna, il Sen. Jannuzzi e l’arrivo di Aldo Moro in città. Ma anche le colonie estive, le scuole e tutto ciò che testimonia una città che fa progressi sociali e culturali.

Martedì 30 aprile ’19, dunque, alle ore 18.30, dopo i saluti dei figli del dottor Fattibene, Maria Antonietta e Alessandro, interverranno la fotoreporter andriese Mirella Caldarone e l’autore di testi della tradizione Vincenzo D’Avanzo. A moderare l’incontro il dott. Sabino Liso. Siete tutti invitati alla prima esclusiva!

Il convegno è accreditato all’Ordine dei Giornalisti ed è valido per la formazione continua (3 crediti).

Lascia il tuo commento
commenti