L'appuntamento tanto atteso

Anche Enzo Avitabile con l'Orchestra de "La Notte della Taranta" a chiudere la festa patronale

L'evento si terrà lunedì 16 settembre, alle ore 21:00, in piazza Vittorio Emanuele II

Cultura
Andria venerdì 13 settembre 2019
di la redazione
Enzo Avitabile e l'Orchestra de
Enzo Avitabile e l'Orchestra de "La Notte della Taranta" chiudono la festa patronale © Bruno Sergio

Lunedì di San Riccardo, 16 settembre, a Piazza Vittorio Emanuele II (già Catuma), ci sarà anche Enzo Avitabile con l'Orchestra de La Notte della Taranta, così come anticipato già dalla nostra redazione, per chiudere la festa patronale.

Questa la formazione della Orchestra Popolare diretta dal maestro Daniele Durante: Consuelo Alfieri (voce, tamburello e organetto); Salvatore Galeanda (voce e tamburello); Antonio Amato (voce e tamburello); Gianluca Longo (mandola); Antonio Marra (batteria); Mario Esposito (basso); Attilio Turrisi (chitarra battente); Giuseppe Astore (violino); Leonardo Cordella (organetto); Roberto Gemma (fisarmonica); Nico Berardi (fiati); Roberto Chiga (tamburello);

Ballerini: Serena Pellegrino e Fabrizio Nigro.

La celebre orchestra popolare "La Notte della Taranta" è il simbolo della cultura popolare contemporanea del Salento. Ambasciatrice ufficiale della pizzica nel mondo e del ricco patrimonio musicale è chiamata a rappresentare la cultura italiana nei contesti internazionali più prestigiosi.

Il sound unico e inconfondibile, l’affascinante narrazione tra tradizione e modernità della pizzica tarantata attraverso il ritmo del tamburello, la compattezza di una compagine composta da musicisti, cantanti e danzatori della scena popolare, caratterizzano l’orchestra della taranta, la più acclamata e amata dal pubblico. Una qualità diventata il marchio della musica salentina con un repertorio capace di esaltare le radici, con un’identità del suono alla cui inconfondibile dolcezza dei canti d’amore e alla potente esecuzione delle pizziche, contribuisce non poco lo stile “Notte della Taranta”, un rito che si celebra ogni anno nel Concertone di Melpignano e che la band esporta nel mondo.

Oggi composta da musicisti di pizzica e di musica popolare di tutta la Puglia, l’Orchestra è stata diretta da Daniele Sepe (1998), Piero Milesi (1999), Joe Zawinul (2000), Piero Milesi (2001), Vittorio Cosma (2002), Stewart Copeland (2003); Ambrogio Sparagna (2004-2006); Mauro Pagani (2007-2009), Ludovico Einaudi (2010-2011), Goran Bregović (2012), Giovanni Sollima (2013-2014), Phil Manzanera (2015), Carmen Consoli (2016), Raphael Gualazzi (2017), Andrea Mirò (2018) Fabio Mastrangelo (2019).

In 20 anni l’Orchestra ha collaborato con tantissimi artisti nazionali ed internazionali quali: Luciano Ligabue, Giuliano Sangiorgi, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Gianna Nannini, Elisa, Guè Pequeno, Caparezza, Vinicio Capossela, Fiorella Mannoia, Enzo Avitabile, Franco Battiato, Roberto Vecchioni, Massimo Ranieri, Emma, Alessandra Amoroso, Nada, Tosca, Federico Poggipollini, Luciano Luisi, Antonella Ruggiero, Alessandro Mannarino, Max Gazzè, Niccolò Fabi, Alfio Antico, Sud Sound System, Vittorio Cosma, Simone Cristicchi, Eugenio Finardi, Après La Classe, Boomdabash, Morgan, Ginevra Di Marco, Orchestra di Piazza Vittorio, Alessandro Quarta, Maurizio Colonna, Eva Quartet, Piero Brega, Radiodervish, Gavino Murgia, Mario Arcari, Peppe Servillo, Lucilla Galeazzi, Piero Pelù, Davide Van De Sfroos, Giovanna Marini, Giovanni Lindo Ferretti, Francesco Di Giacomo, Gianni Maroccolo, Raiz, Nabil Salameh. Dall’estero: Salif Keità, Stewart Copeland, Tony Allen, Paul Simonon, Gregory Porter, Concha Buika, Suzanne Vega, Noa, Dulce Pontes, Bombino, Yael Dechelbaum, Jerry Leonard, Tim Ries, Pedrito Martinez, Lisa Fischer, Buena Vista Social Club, Andrea Echeverri, Anna Phoebe, Raúl Rodríguez, Roby Lakatos, Justin Adams & Juldeh Camara, Joji Hirota & The Taiko Drummers, Mercan Dede & Secret Tribe, Diego El Cigala, Ballaké Sissoko, Savina Yannatou, Mercan Dede, Les Tambours Du Burundi, Taraf De Haïdouks, Mira Awad, Z-Star, Angélique Kidjo, Richard Galliano, Badarà Sec.

Lascia il tuo commento
commenti