L'installazione

Un albero di Natale blu in piazza Catuma

Domani alle ore 20.30 l'inaugurazione dell'installazione composta da 142 pannelli in legno incastrati tra di loro. Il suo colore ricorda il mare e il cielo, immaginazione e volontà

Cultura
Andria sabato 07 dicembre 2019
di La Redazione
l'installazione
l'installazione © n.c.

Il Natale andriese entra nel vivo. Domani 8 dicembre 2019 alle ore 20.30 sarà illuminato in Piazza Catuma l’albero di Natale blu: un’architettura vivente e abitabile. Il colore blu, eletto colore del 2020, ricorda il mare e il cielo, immaginazione e volontà, tematiche senza tempo. Un evento che domani sarà accompagnato dalla esibizione di artisti di strada, giocolieri, danze aeree a cura di Claudia Fabris, autrice anche di una poesia sulla resistenza distribuita in tutti gli esercizi commerciali.

L’albero è un’installazione realizzata da 142 pannelli in legno incastrati tra di loro.

Composto da una struttura di undici circonferenze successive su livelli progressivamente più piccoli.
La consulenza artistica è a cura di Vincenzo Losito, Il progetto strutturale di Gianfranco Cannone la progettazione dello studio biro+ realizzato in collaborazione con l’Istituto I.I.S.S. "G. Colasanto" di Andria.
L’albero è illuminato da elementi led integrati ai pannelli; all’interno gli elementi led descrivono cerchi concentrici illuminando uno spazio destinato ai cittadini che lo visiteranno, l’albero è abitabile.

La sua realizzazione è stata proposta al Comune di Andria da “Le vie del centro”, l'associazione che raggruppa oltre 200 commercianti di 6 vie del centro cittadino, ed è stata inserita nel programma ufficiale del Natale andriese 2019. Non è solo un albero. «Siamo partiti – ha detto Stefano Giurano, presidente dell'Associazione Le vie del centro - dalla luce come concetto non solo di resistenza della nostra comunità alle difficoltà della città, ma anche come energia in grado di dare un orizzonte, una prospettiva ad Andria, dunque una forma di resistenza interiore ed esteriore proprio come nella poesia di Claudia Fabris. E' nata così una bella contaminazione che ha coinvolto il comune, noi commercianti, le associazioni, due giovani architetti, gli studenti del Colasanto, le maestranze della Multiservice. Uno sforzo collegiale di tutti che va raccontato e comunicato come un esempio di collaborazione che deve valere per il presente ed il futuro e da allargare a tutta la città: noi stessi siamo partiti prima con 3 vie coinvolte ora sono 6, e siamo cresciuti in nome della comune appartenenza ad Andria. Per questo abbiamo sostenuto, a nostre spese, le luminarie e abbiamo fatto asse con il Comune che ha coinvolto Dok Supermercati e che ringraziamo per quanto fatto».

Dopo il Natale l’albero si trasformerà in una nuova installazione che verrà donata alla città.



Lascia il tuo commento
commenti