La nota

Sindaca Bruno: «La situazione degli assembramenti é assurda e inqualificabile»

«È ancora e sempre in tempo della responsabilità»

Politica
Andria domenica 28 febbraio 2021
di La Redazione
Assembramenti
Assembramenti © n.c.

«La situazione degli assembramenti é assurda e inqualificabile. Inciviltà allo stato puro, irresponsabilità. Non posso definire diversamente quanto si sta verificando nella nostra città e in tutto il resto della Penisola - scrive la sindaca Giovanna Bruno - .

La bella stagione rappresenta per molti un invito ad abbassare la guardia, a circolare liberamente, con la mente fresca, come se il covid non ci fosse più. Ma possibile essere così stolti? Abbiamo ridotto la comunità a cori contrapposti: al grido 'chiudere tutto, fare sanzioni' risponde il 'lasciateci in pace, siamo in zona gialla'. La pandemia ci sta incattivendo, invece che essere una occasione di crescita. Ci sta riducendo a una condizione di continua guerra sociale.

Qualche giorno fa una rissa in centro città con protagonisti dei giovanissimi concittadini, ieri stessa cosa nei pressi dell'ospedale. Mi ha scritto un vigile urbano, scoraggiato: 'Sindaco, così non ce la possiamo più fare. É una lotta impari, ci chiamano simultaneamente da molteplici parti della città per intervenire su situazioni incontrollate di assembramento. Appena arriviamo si dileguano. Non riusciamo a star dietro a tutto'.

Saremo costretti a prendere altri provvedimenti, che siano compatibili con la zona gialla e con il numero dei contagi in corso, oggettivamente ridotti. Mi attiverò subito presso il Prefetto, che non fa mancare il suo sostegno a noi sindaci e che ha pure disposto il potenziamento delle forze dell'ordine già a partire da questo week end. Ho già interloquito con lui sul tema e tornerò immediatamente a farlo. 

Il pericolo è sempre in agguato. Ci dividiamo su tutto: sulla scuola (ha senso non far andare i ragazzi in classe quando poi, terminata la didattica a distanza, sono in giro industurbati fino a sera, senza alcun freno inibitorio?), sugli orari del coprifuoco, sulle attività commerciali, sui rimborsi, sulle chiusure di tanti settori, sui colori delle zone... su tutto. La pandemia ci ha portato anche questa povertà sociale che dilaga, che spaventa. Un invito accorato a tutti, nessuno escluso: é ancora e sempre il tempo della RESPONSABILITA'! 

Dispiace immensamente vedere tanta leggerezza, a fronte degli sforzi che continuamente e in silenzio profondono gli operatori sanitari, anche per accelerare al massimo le operazioni vaccinali. Dobbiamo collaborare tutti. Tornerà il tempo per passeggiare sereni, tornerà il tempo per viaggiare, per andare a cinema o in piscina o in palestra. Ma più ci comportiamo da superficiali, più quel tempo sarà lontano. E a pagarne le conseguenze saremo tutti».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Stefania ha scritto il 01 marzo 2021 alle 12:28 :

    Ma perche’invocate le forze dell’ordine ,che sono davvero contate e non hanno mai avuto compiti incombenti,se non solo quello di stare negli uffici ?I vigili poi?Del virus non li frega più niente a nessuno.Perche’la gente ha bisogno del colore rosso per starsene un po’in casa.Oramai la pandemia e’sfidata da tutti. Rispondi a Stefania

  • Francesco Berardino ha scritto il 01 marzo 2021 alle 09:52 :

    Vasta solo volontà Politica , mettere in campo i controlli dovuti con la PM. La volontà Politica !!!!!!!!!!!!! Dove sono i Vigili Urbani????????? Rispondi a Francesco Berardino

  • Luigi Nico ha scritto il 01 marzo 2021 alle 08:03 :

    Perché noi dobbiamo essere diversi da altre Città e rischiamo di brutto? Rispondi a Luigi Nico

  • Alpat ha scritto il 28 febbraio 2021 alle 19:03 :

    Sindaca meno parole e proclami e più fatti concreti!!! Sempre la solita solfa!!! Rispondi a Alpat

  • Delc ha scritto il 28 febbraio 2021 alle 14:58 :

    Bene.Si attivi. giri in macchina coi vigili.verifichi di persona cosa succede.forse è il caso di iniziare a dare qualche bella chiusura....ad esercenti non responsabili!!! Rispondi a Delc

  • Giovanni Alicino ha scritto il 28 febbraio 2021 alle 12:23 :

    Non commento perché oramai sono stanco. A trani se non vado errato, le forze dell' ordine controllano alcuni in borghese x non far sì che si allontanano alla vista in divisa elevando multe. Si faccia allo stesso modo nella nostra città. Mi accontenterei che lo si facesse nella villa Comunale. Rispondi a Giovanni Alicino

  • biagiu ha scritto il 28 febbraio 2021 alle 12:11 :

    Sig. Sindaco, quanto da Lei descritto è vero e se qualcuno richiama i giovani ad indossare la mascherina per protezione personale e di correttezza nei confronti degli altri, viene apostrofato con parolacce. Però è pur vero che ieri 27/2 ho telefonato ai Vigili urbani alle 11,15 xhè via Cavallotti, pur in presenza di divieto di circolazione e di divieto di sosta su entrambi i lati per la presenza di strisce pedonali, era impraticabile anche per i pedoni xhè le auto erano parcheggiate in doppia fila. (NESSUNO E' INTERVENUTO)!!!! questa situazione purtroppo si verifica quotidianamente. Noi residenti non sappiamo più cosa fare: Xchè, come succede nelle "città" non si installa un fotored rilasciando ai residenti il pass? Rispondi a biagiu

  • Bordon ha scritto il 28 febbraio 2021 alle 11:36 :

    Venerdi 26/02 ore 21,20 assembramento di una cinquantina di persone di fronte alla scuola Cafaro.Ore 21,30 richiesta di intervento ai carabinieri, risposta stiamo provvedendo. Ore 22 fine assembramento e di carabinieri neanche l ombra. Ore 22,05 ringraziamento telefonico ai carabinieri per il pronto intervento. Se si mettono i divieti e non si rispettano e tantomeno non si fanno rispettare di che parliamo? E' inutile tenere vigili, polizia,.carabinieri, guardia di finanza,.esercito in piazza Catuma , via Regina Margherita,viale Crispi. A che servono? Gli assembramenti si spostano in altre zone. Ci pensino il sindaco e i responsabili dei vari corpi e si facciano una passeggiata anche in altre zone , che hanno gli stessi diritti( e doveri). Rispondi a Bordon

    Anonimo ha scritto il 01 marzo 2021 alle 13:35 :

    Per gli assembramenti alla scuola media Pasquale Cafaro chiamiamo spesso e volentieri le forze dell'ordine e puntualmente il problema si ripresenta perchè ci si limita solo a mandare via le persone senza prendere seri provvedimenti sul posto. Sono anni che va avanti questa storia e non si riesce mai a risolvere il problema. Ora siamo fortunati che c'è il coprifuoco alle 22:00, ma quando tornerà tutto alla normalità, la problematica peggiorerà nuovamente. In particolare, per l'assembramento di venerdì 26/02 abbiamo iniziato a chiamare dopo le 20:30 e non si è presentato nessuno come spesso accade. Rispondi a Anonimo

  • Michele Franco ha scritto il 28 febbraio 2021 alle 10:56 :

    IN GUERRA, CHI ESCE, VIENE SPARATO.... Rispondi a Michele Franco