La nota

Papparicotta, Lasorsa e Tattolo: «Intervenire per recuperare lo stato di abbandono»

«Rileviamo lo strano silenzio delle forze politiche della città di Andria e della Bat, ed in particolar modo il comportamento a dir poco scorretto del Presidente della provincia»

Politica
Andria lunedì 14 giugno 2021
di la redazione
azienda provinciale Papparicotta
azienda provinciale Papparicotta © n.c.

«L’Azienda Agraria Provinciale "Papparicotta", che si estende su una superficie totale pari a circa 95 ettari, è collocata in un’area tipica della murgia nord-barese interna (in agro di Andria). L'azienda utilizza tutti i suoi terreni per la coltivazione dell'olivo (biologico ed integrato, con varietà da olio e da mensa), della vite (biologica ed integrata, con varietà da tavola e da vino sia bianca che rossa) e di frutteti vari (mandorleto, ciliegeto, nashi (melo-pero), pistacchio), ed è dotata di strutture di trasformazione quali stabilimento enologico ed oleario, nonché di parco macchine ed attrezzi. Nel sito, inoltre, troviamo anche importanti immobili adibiti a sale conferenze, autorimesse e magazzini annessi

La cronaca però ci riporta di uno stato di abbandono in cui versa attualmente l’ Azienda Papparicotta, come evidenziato da Francesco Losito, Direttore della Federazione Guardie Campestri Puglia: “Gli scatti fotografici sono eloquenti e parlano da sé. Il terreno circostante è infestato da sterpi, arbusti, vegetazione secca ed erba spontanea che, oltre a favorire la proliferazione di ratti, insetti, parassiti e animali nocivi di ogni genere e specie, sono possibili veicoli del batterio Xylella fastidiosa, responsabile del disseccamento rapido degli ulivi di mezza Puglia.”

A proposito di Xylella, la sindaca di Andria, Giovanna Bruno, ha emanato l’ordinanza 154/2021 che stabiliva che entro il 10 maggio 2021 tutti i proprietari e/o conduttori di terreni siti in agro di Andria, avrebbero dovuto provvedere ad eseguire i lavori di aratura, fresatura, erpicatura o trinciatura necessarie a contrastare la diffusione della Xylella fastidiosa: che ne è stato dei terreni della Papparicotta?

Rileviamo lo strano silenzio delle forze politiche della città di Andria e della provincia BAT, ed in particolar modo il comportamento a dir poco scorretto del Presidente della provincia BAT che, alla luce di quanto accade, ha interessi tutt’altro che positivi per questa azienda pubblica e in special modo per lo sviluppo della realtà andriese.

Auspichiamo che si intervenga al più presto possibile per “recuperare” questo scandaloso stato di abbandono e ridare slancio al nostro territorio, e speriamo che dopo anni di una politica fallimentare del centro destra non ci tocchi assistere ad una altro fallimento di colore differente».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • G. Zinfollino ha scritto il 14 giugno 2021 alle 17:12 :

    Ce una montagna di lavoro da fare in questa azienda basta solo chiamare a noi agricoltori per eseguire i lavori e pagarci. Io sono disponibile Rispondi a G. Zinfollino