La nota

Spostamento capolinea bus a Largo Ceruti, Coratella: «Finalmente, accolta nostra proposta»

Il capogruppo consiliare del M5S: «Vorremmo dedicare maggiori e più approfonditi rilievi ad un esponente politico o tecnico con la delega all’ambiente, ma questa delega da più di un anno non è stata assegnata»

Politica
Andria giovedì 14 ottobre 2021
di La Redazione
Michele Coratella
Michele Coratella © n.c.

«Ad ottobre 2016 il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle aveva proposto lo spostamento del capolinea andriese degli autobus da Piazza Bersaglieri, antistante la Stazione Centrale di Andria, per posizionarlo a Largo Appiani o a Largo Ceruti. La risposta della politica fu la seguente: non si può fare. Evidentemente avevamo ragione: dopo cinque anni di interminabili sollecitazioni e interventi, la nostra proposta finalmente è realtà. Diamo atto all’amministrazione Bruno di essersi attivata, pur con tempi dilatati, per il trasferimento del capolinea - commenta Michele Coratella capogruppo consiliare del M5S -.

Come annunciato dalla sindaca e dall’assessore Colasuonno, gli autobus accoglieranno i viaggiatori in Largo Ceruti. In questo modo si limiteranno ulteriormente gli assembramenti, gli autobus potranno fare manovra con più spazio e i residenti della zona della Stazione Centrale vedranno una significativa riduzione del traffico veicolare, mettendo fine alla confusione immotivata e irrazionale che negli ultimi cinque anni ha regnato nella zona di Viale Venezia Giulia e strade vicine.

Ci sono volute due amministrazioni, più quella commissariale, ma finalmente siamo riusciti a vedere progettato questo spostamento. Si tratta di un intervento temporaneo, come annunciato dalla stampa, che varrà fino al completamento degli interventi sulla linea ferroviaria. A tal proposito, auspichiamo tre cose: la prima, che la società incaricata di fare i lavori di adeguamento di Largo Ceruti svolga rapidamente il suo compito; la seconda, che il Comune e Ferrotramviaria informino tempestivamente i passeggeri sulla data di spostamento effettivo della fermata e sulle modalità fisica del reperimento dei biglietti; la terza, che si faccia finalmente chiarezza sullo stato dell’arte dell’interramento della ferrovia, perché temiamo che i cittadini non abbiano compreso fino in fondo come cambierà il volto della nostra città fra tre anni, augurandoci la massima puntualità dei lavori.

Vorremmo dedicare maggiori e più approfonditi rilievi ad un esponente politico o tecnico con la delega all’ambiente, ma questa delega da più di un anno non è stata assegnata - conclude Michele Coratella -. Interesseremo quindi la sindaca Bruno, che quando era all’opposizione di Giorgino con noi ha condiviso queste proposte. Siamo certi che si possa fare di più».

Lascia il tuo commento
commenti