La nota della consigliera regionale

Rinnovo del consiglio provinciale, Di Bari: «Presentata per la prima volta la lista del M5S»

«Le modalità di voto continuano a non piacerci, perché non prevedono la partecipazione dei cittadini, ma il nostro intervento, ora più che mai, è importante per monitorare quello che succede»

Politica
Andria sabato 27 novembre 2021
di la redazione
M5S Bat
M5S Bat © n.c.

«Questa mattina è stata presentata la lista del Movimento 5 Stelle per le elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale della BAT. Il nostro simbolo e i nostri consiglieri comunali per la prima volta partecipano a queste elezioni. Le modalità di voto continuano a non piacerci, perché non prevedono la partecipazione dei cittadini, ma il nostro intervento, ora più che mai, è importante per monitorare quello che succede». Lo dichiara la capogruppo del M5S in consiglio regionale Grazia Di Bari.  

«Negli ultimi anni - continua Di Bari - i nostri sindaci si sono rivolti sempre più spesso alle Province, ad esempio per la gestione delle strade e delle scuole, per citare i temi più importanti. Lo hanno fatto senza poter contare sugli occhi vigili e l’intervento di rappresentanti del Movimento 5 Stelle, che spesso sono i più attenti e determinati sulle questioni amministrative.

Per molti anni abbiamo dovuto dire ai nostri concittadini che ciò che non potevano fare i Comuni spettava in molti casi alle Province e che spesso non avremmo potuto seguire fino in fondo i temi di competenza provinciale. Il nodo è venuto al pettine agli Stati Generali del Movimento 5 Stelle, quando proprio gli attivisti ci hanno chiesto di non restare più fuori. In più, il ruolo delle Province è cambiato: negli ultimi tre anni, questi enti hanno ricevuto maggiori risorse e responsabilità di governo e per i Comuni è ancor più importante costruire con loro un rapporto funzionale.

Questo passaggio è stato recepito dal nuovo corso del Movimento 5 Stelle che ha abbracciato una politica ugualmente netta sui temi e più pragmatica nei metodi.

A livello territoriale è stato decisivo l’intervento del sindaco di Canosa Roberto Morra, che più di altri, per esperienza diretta e sensibilità politica, ha capito l’importanza di questo momento, anche in funzione dei fondi del PNRR. Le Province saranno cruciali nei prossimi sei anni e questa volta i cittadini avranno uno strumento in più per seguirle con attenzione».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Stefano Suriano ha scritto il 28 novembre 2021 alle 09:49 :

    Mi fa strano vedere la foto della sede legale della provincia (ad Andria) quando in realta' di provincia non esiste piu' nulla. Rispondi a Stefano Suriano