Le dichiarazioni

Noi con l'Italia: «Giorgino non è stato corretto»

Forlano: «Sarebbe bastato un colloquio sereno e chiarificatore. Essere additata come incompetente sinceramente mi ha addolorato»

Politica
Andria venerdì 20 luglio 2018
di La Redazione
Noi con l'Italia: «Giorgino non è stato corretto»
Noi con l'Italia: «Giorgino non è stato corretto» © AndriaLive

«È importante che il silenzio non venga inteso come un avallo a quanto detto a mezzo stampa – è la premessa dell’On. Fucci in conferenza stamattina nella sede del partito per intervenire sulla situazione politico-amministrativa al Comune di Andria.

Presenti anche il Coordinatore Regionale, Francesco Ventola, e la coordinatrice cittadina, Maria Teresa Forlano.

«Oggi – prosegue l’on Fucci - il chiarimento di Noi con l'Italia è necessario per riaffermare con forza che il partito resta ancorato al centrodestra. Siamo stati la terza forza a determinare con oltre 3500 il successo del sindaco Giorgino, ci abbiamo creduto, lo abbiamo seguito nei vari momenti anche di fibrillazione. Oggi, purtroppo, abbiamo percepito una sensazione sgradevole che si è concretizzata con la rimozione dell'incarico assessorile all'avvocato Maria Teresa Forlano. Affermare, senza smentire, che il motivo della rimozione è legato alla scarsa professionalità della Forlano è grave. Giorgino dovrebbe rivedere le sue posizioni».

Il coordinatore regionale di Noi con l'Italia, Francesco Ventola ha rimarcato la necessità di aprirsi al dialogo: «Giorgino intervenga nelle riunioni di partito». L'invito dunque al confronto tra le forze di maggioranza piuttosto che adottare scelte frutto di decisioni autonome e non condivise.

«Riponevo molta stima e molta fiducia nei confronti del primo cittadino – commenta Maria Teresa Forlano -. Sarebbe bastato un colloquio sereno e chiarificatore e tutto sarebbe stato messo a posto. Essere additata come incompetente sinceramente mi ha addolorato soprattutto perché proprio nell'ultimo incontro che tutti gli assessori revocati abbiamo avuto con il Sindaco, avevamo avuto certezze e rassicurazioni da parte sua che la giunta sarebbe stata completamente azzerata e sarebbero stati nominati tutti nuovi assessori».

L'ex assessore alle Attività Produttive interviene anche sull'approvazione del nuovo regolamento dei Dehor, una questione che ha tenuto banco per molto tempo in questi mesi. All’indomani della presentazione della bozza di regolamento da parte del neo assessore Matera, la Forlano precisa quanto segue: «Mi sento di affermare che non è affatto un nuovo regolamento, ma è un regolamento che altri prima di me avevano messo a punto è che io ho semplicemente approfondito e novellato. Devo dire che la pecca di questo nuovo regolamento e di non esser stato condiviso con la soprintendenza. È gravissimo. Questo potrebbe innescare una serie di contenziosi fra gli enti a discapito dei cittadini e degli operatori commerciali. Il mio tentativo invece è stato, fino alla fine, quello di condividerlo con la sovrintendenza proprio al fine di dare massima garanzia agli operatori commerciali i quali avrebbero potuto ottenere le autorizzazioni bypassando l'organo competente».

Lascia il tuo commento
commenti