La novità

Terremoto politico in Forza Italia, Laura Di Pilato lascia il partito

«Esprimerò il mio impegno e la mia passione politica in organizzazioni e in movimenti nei quali si antepongano la realizzazione di programmi concreti nell’interesse della comunità, agli interessi autoreferenziali di notabili»

Politica
Andria giovedì 11 ottobre 2018
di La Redazione
Laura Di Pilato
Laura Di Pilato © AndriaLive

Terremoto in casa Forza Italia: dopo anni di militanza attiva, Laura Di Pilato rassegna le sue dimissioni dalle diverse cariche in seno al partito. In un comunicato lapidario spiega le sue ragioni:

«In data odierna, dopo innumerevoli episodi di incomprensioni sulla linea- politica amministrativa del partito di Forza Italia, ho inteso rassegnare le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di Commissario Cittadino e da ogni organismo del partito.

L’autoreferenzialità e l’assenza di collegialità nelle scelte strategiche e programmatiche di caratterepolitico- amministrativo mi hanno spinta a questa decisione sofferta, che ritengo tuttavia indispensabile per poter tutelare proficuamente gli interessi della comunità andriese che sono stata chiamata a rappresentare democraticamente in consiglio comunale. Ho preferito, quindi, alla pur prestigiosa carica di Commissario di Forza Italia, la libertà di poter esprimere la mia azione politica senza i condizionamenti di vecchie logiche di partito.

Esprimerò, pertanto, il mio impegno e la mia passione politica in organizzazioni e in movimenti nei quali si antepongano la realizzazione di programmi concreti nell’interesse della comunità agli interessi autoreferenziali di notabili di partito, che hanno spesso penalizzato la mia azione all’interno di Forza Italia.

Nonostante lo svilimento democratico apportato dalla legge “DELRIO” alle elezioni provinciali ritengo necessario, per tutelare la progettualità di questo territorio con riferimento a scuole, strade ecc., partecipare a questa campagna elettorale nell’unico progetto civico presente.

Auspico, infine, che proprio questo progetto, che da valore assoluto al nostro territorio, segni il superamento di quelle finte contrapposizioni ideologiche, che servono a mascherare il vuoto politico amministrativo e a perseguire gli interessi di pochi a discapito di quelli generali dei cittadini».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Felix ha scritto il 11 ottobre 2018 alle 11:22 :

    Prossimo passo? Dimissioni dal Consiglio comunale con le opposizioni? Chissà se non la seguano altri... Rispondi a Felix