La nota

IPSIA Archimede: Giorgino rinegozia il canone di locazione

Di Pilato: «Il canone di locazione resta pur sempre esorbitante per un immobile in parte inutilizzato e che cade a pezzi»

Politica
Andria sabato 13 aprile 2019
di La Redazione
IPSIA
IPSIA © n.c.

La consigliera prov.le Fronte Democratico, l'avv. Laura Di Pilato, torna nuovamente sulla questione del canone di locazione che la provincia paga per mantenere le 17 aule dell'IPSIA Archimede di via Barletta. Per la Di Pilato, la rinegoziazione optata dal presidente non risolve il problema:

«Nicola Giorgino in qualità di presidente della sesta provincia, il 19 gennaio scorso, ha rinegoziato il canone di locazione per la scuola IPSIA di Andria, sita in via Barletta, portandolo a 996.000,00 euro rispetto a 1.431.060,00 euro con un risparmio pari a 435.060,00 euro. Cari cittadini, il Presidente della Bat ha preso questa decisione nonostante la sottoscritta abbia depositato un ordine del giorno in data 27 dicembre 2018.

Nicola Giorgino, con l’arroganza che oramai contraddistingue le sue azioni, prende decisioni in autonomia bypassando il consiglio provinciale.
Paventando il mio esposto alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti ha pensato che la soluzione migliore fosse quella di rinegoziare il canone di locazione con la Gesatti (proprietaria dell’immobile di via Barletta).
Il canone di locazione resta pur sempre esorbitante per un immobile in parte inutilizzato (sono attive appena 17 aule) e che, come hanno anche dimostrato i media locali, cade a pezzi.
Una vergogna inaudita. Non resterò zitta - conclude la Di Pilato - fino a quando la Provincia non avrà risolto definitivamente il contratto con la Gesatti».


Lascia il tuo commento
commenti