La reazione dell'ex Sindaco

Giorgino: «Non c'erano bluff o inganni, ma studi ed analisi fatti senza sotterfugi o altro»

«Aver sforato il patto di stabilità, inoltre, ha voluto dire opere pubbliche ed ammodernamento della città di Andria, se potessi tornare indietro prenderei di nuovo le stesse identiche decisioni»

Politica
Andria sabato 01 giugno 2019
di la redazione
Nicola Giorgino
Nicola Giorgino © n.c.

Dopo la notizia della condanna al pagamento di una sanzione pecuniaria di 35.000 euro dell’ex Sindaco Giorgino, non tarda ad arrivare il commento da parte del diretto interessato, tramite un post pubblicato sulla sua pagina Facebook: «È ripartita la caccia alle streghe contro Nicola Giorgino, reo di aver subito, da parte della Corte dei Conti Puglia, una condanna a pagare una sanzione amministrativa per aver sforato il patto di stabilità da Sindaco del Comune di Andria nel 2012.

La vicenda ha dell'incredibile: mi si accusa di aver difeso in aula un provvedimento incentrato su atti gestionali dei dirigenti comunali. In pratica viene creato un grave precedente per ogni sindaco e consigliere comunale d'Italia (di tutti i colori politici) dato che sono il primo sindaco ad essere sanzionato per un discorso fatto in una pubblica assemblea.

Ovviamente ricorrerò ad un nuovo grado di giudizio convinto che tale sanzione sia iniqua, ingiusta e spropositata.

Fermo restando che, in attesa di un nuovo giudizio, ho già provveduto a pagare tale sanzione pecuniaria, chiarisco quanto mi sta più a cuore.

In primo luogo il patto di stabilità, spesso anche definito “patto di stupidità”, è un cappio per i comuni rappresentando una di quelle odiose regole a cui le nostre comunità erano costrette a sottostare. Quelle regole che da Bruxelles a Roma hanno voluto imporre ai cittadini italiani i quali, però, con il voto delle elezioni europee, hanno dimostrato di esserne stufi. Aver sforato il patto di stabilità, inoltre, ha voluto dire opere pubbliche ed ammodernamento della città di Andria per cui avevo il mandato popolare, quindi se potessi tornare indietro prenderei di nuovo le stesse identiche decisioni e farei gli stessi discorsi in aula.

Infine una questione non formale ma sostanziale: il "famoso" contenzioso con l'Italgas, che è al centro della questione, si sta finalmente concludendo e quelle somme appostate dalle precedenti amministrazioni diverranno realtà.

Non c'erano bluff o inganni, ma studi ed analisi fatti senza sotterfugi o altro. Diranno un sacco di balle e mi accuseranno di tutto, anche se piove. Io andrò avanti a testa alta, forte delle mie azioni e dell'affetto di tanti».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • sabino cannone ha scritto il 03 giugno 2019 alle 11:14 :

    Caro sig.ex- sindaco o ex-Marchese del Grillo(da alcuni consiglieri) o ex-Pinocchio( considerazione mia) o ancora ex-Portiere del Comune(epiteto del dott. Marmo), dovrebbe ben sapere che le norme vigenti sanzionano Lei come organo politico ma anche l'organo amministrativo cioè i dirigenti e funzionari, strano che non siano stati ancora toccati. Spero che il nuovo commissario Prefettizio incaricato vi porti , Lei e i dirigenti preposti, in tribunale, altro che caso unico in Italia. Comunque può adire, da buon avvocato qual'è, alla Corte Europea ed in seguito alla Corte dei Diritti Umani presso l'ONU. In ogni modo auguri per i prossimi progetti politici. Rispondi a sabino cannone

  • Andriese72 ha scritto il 03 giugno 2019 alle 07:07 :

    Vogliamo rifare il solito elenco delle opere incompiute o mai realizzate? Basta, come si dice ad Andria cett i camoin Rispondi a Andriese72

  • Vincenzo Inchingolo ha scritto il 02 giugno 2019 alle 06:33 :

    L'avvocato Nicola tenta di rifarsi una verginità................ Rispondi a Vincenzo Inchingolo

  • Flx ha scritto il 02 giugno 2019 alle 05:23 :

    Parole, parole, parole... i fatti? Non ti danno mai ragione? Poverino, sembra siano tutti contro di te. Non hai ancora capito che si è stufi? Prenditi tutto il tempo che vuoi virgola non farti più sentire... Rispondi a Flx

  • Leonebiancazzurro ha scritto il 01 giugno 2019 alle 18:24 :

    Caro ex sindaco il cappio adesso lo abbiamo noi andriesi.Non c'erano bluff o inganni, ma studi ed analisi per far pagare tutte le tasse al massimo. Grazie per il pre dissesto. Rispondi a Leonebiancazzurro

  • Giovanni Alicino ha scritto il 01 giugno 2019 alle 17:37 :

    Comunque sia è stato capace in due legislature insieme alla maggioranza di distruggere la città. Questo è certo. Rispondi a Giovanni Alicino